Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Imperia, indagini sul profilo Facebook durante la campagna elettorale: l’assessore Marco Scajola ritira la querela

Accertamenti compiuti dalla polizia postale

Imperia. L’assessore regionale Marco Scajola ha ritirato la denuncia contro ignoti che aveva portato, a conclusione degli accertamenti compiuti dalla polizia postale, all’iscrizione nel registro degli indagati dei due cugini Lucia Scajola e Paolo Petrucci. Giornalista, figlia del sindaco Claudio Scajola e spin doctor nella campagna elettorale del padre, Lucia è accusata, insieme a Petrucci, capo della segreteria organizzativa dell’ex ministro, di aver realizzato un falso profilo Facebook con il quale i due avrebbero insultato gli avversari politici di Claudio Scajola.

A sporgere querela, insieme a Marco Scajola, che l’ha ritirata lo scorso giovedì recandosi personalmente in Procura, erano stati anche Piera Poillucci e Antonello Ranise, candidati di Forza Imperia.

Se l’assessore regionale, pur confermando di aver ritirato la denuncia, non vuole rilasciare dichiarazione alcuna in merito alla decisione presa, voci di corridoio sostengono che la scelta di fare dietro-front sia dovuta all’amarezza provata dallo stesso Marco Scajola alla luce delle risultanze investigative, ovvero quando si è scoperto chi fosse realmente nascosto dietro al profilo Facebook di Renzo Gazzano (un fake) dal quale erano partiti insulti e minacce.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.