Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Gli automobilisti francesi contro l’aumento dei prezzi del carburante

Gasolio alle stelle e più caro della verde. Il 17 novembre la protesta nazionale bloccherà strade ed autostrade

Più informazioni su

Vento di rivolta in Francia a causa dell’aumento dei prezzi dei carburanti. Sono ormai tante le gocce che hanno fatto traboccare il vaso della pazienza degli automobilisti transalpini, e in particolare quelli del sud che hanno cominciato a sentirsi nel mirino delle autorità dapprima con l’installazione di un gran numero di autovelox su tutte le strade, e poi con l’abbassamento dei limiti di velocità in alcuni tratti autostradali nella zona di Nizza.

Esasperati dall’allungamento dei tempi di percorrenza e da tutti questi limiti – giustificati dall’incremento di incidenti mortali o gravi – gli automobilisti hanno chiesto al Governo la gratuità per le auto che entrano ed escono lungo il perimetro che comprende la capitale della Costa Azzurra ma senza risultati concreti. Adesso è anche arrivato l’aumento del prezzo della benzina verde ma soprattutto quello del gasolio che attualmente ha addirittura superato quello della 95 ottani nel 50% esatto (46 su 92) dei distributori nel dipartimento delle Alpi Marittime, con la percentuale che scende di poco al 44% a livello macro-regione Paca e si stabilizza al 46% su tutto il territorio francese.

Azioni di protesta si sono già svolte al pedaggio di Antibes e a quello di Nizza-St.Isidore con rallentamenti a passo di lumaca che hanno causato notevoli code e tempi d’attesa esagerati, nulla però in confronto a quanto potrà accadere il prossimo 17 novembre quando la mobilitazione non sarà a spot ma riguarderà tutta la rete stradale francese. L’accusa che viene lanciata contro l’amministrazione Macron è quella di voler coprire spese pazze del Governo con i soldi delle nuove tasse sui carburanti, dietro un’immagine ecologica solo di facciata, e gli automobilisti francesi non ci stanno a fare le vacche da mungere. Per completezza di informazione, e tenendo presente il continuo oscillare dei prezzi, il gasolio aldilà della frontiera costa mediamente 1,509 al litro e la verde 95 ottani 1,519.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.