Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Due rapinatori italiani arrestati a Cannes

Sono accusati di quattro colpi in un mese ai danni di altrettanti turisti. La loro specialità erano gli orologi di gran lusso

Più informazioni su

Due napoletani di 40 e 29 anni sono rinchiusi in un carcere della Costa Azzurra con l’accusa di essere i responsabili di almeno quattro rapine ai danni di altrettanti facoltosi turisti. Inchiodati dalle telecamere di videosorveglianza – Cannes ne ha una dotazione record – e dalle testimonianze delle vittime, i due delinquenti hanno dapprima negato la loro colpevolezza ma al termine dell’interrogatorio hanno ammesso le loro colpe, giustificando le rapine con l’esigenza di recuperare almeno una parte del denaro perso al Casinò.

Sono quattro gli episodi che vengono contestati ai due napoletani specializzati nel furto di orologi preziosi. Il primo risale a fine agosto, vittima un americano 29enne a bordo di una Porsche a Juan les Pins che si è visto sfilare dal polso un Patek Philippe da 45.000 euro. Il 6 settembre a Cannes un lussemburghese di 53 anni era parcheggiato sulla sua Maserati quando dal finestrino gli è stato rapinato l’Audemars Piguet da 42.000 euro. Una settimana dopo è toccato ad un turista turco che stava uscendo dal parking di un supermercato con il braccio fuori dal finestrino, un invito a nozze per i due che facilmente gli hanno sfilato un Patek Philippe del valore di 50.000 euro.

Ultimo colpo imputato alla coppia campana risale a pochi giorni fa, il 27 settembre. Quel pomeriggio il mirino è stato puntato su un turista tedesco di 69 anni che passeggiava sulla Croisette quando uno sconosciuto è inciampato su di lui facendolo ruzzolare a terra: sembrava un caso ma non lo era dato che una volta rialzatosi il tedesco non aveva più al polso il suo prezioso Patek Philippe del valore di 65.000 euro. Quattro colpi per un bottino vicino ai 200mila euro. I due italiani sono in attesa della sentenza che non arriverà prima di fine mese. Nel frattempo sono ospiti del carcere.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.