Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Disarmati”, comincia l’Ottobre di Pace 2018: un mese di eventi nel segno della nonviolenza

Inizio il 5 ottobre con Vito Alfieri Fontana, ex titolare di un’azienda che produceva mine antiuomo, convertitosi alla nonviolenza

Sanremo. La manifestazione “Ottobre di Pace” è arrivata alla sua tredicesima edizione per portare anche quest’anno il suo contributo alla diffusione della cultura della pace e della nonviolenza nel nostro territorio.

In un tempo e in un mondo in cui i problemi mondiali e i conflitti, armati e non armati, si sono straordinariamente moltiplicati e l’umanità sembra essere impotente a trovare soluzioni ragionevoli e incline a ricorrere sempre e soltanto alla contrapposizione violenta, noi tentiamo di offrire qualche spunto di riflessione sulle cause dei conflitti e sul perché devono ritenersi inaccettabili le risposte che vengono comunemente date per risolvere i problemi di convivenza tra gli uomini.

2p portafoglio-21x29,7-OR-Front Ottobre-di-pace-2018-interno

La rassegna, che ha il titolo “Disarmati?”, pone una domanda con un doppio significato: siamo disarmati di fronte alla corsa sfrenata verso armamenti sempre più tecnologicamente avanzati e distruttivi messa in atto da grandi e piccole potenze nell’illusione di poter così risolvere i problemi del mondo? Oppure scegliamo di essere disarmati, creando i presupposti e realizzando azioni concrete per il disarmo?

“Vincere il male con il bene non è una sciocca utopia. E’ la via più concreta, costruttiva ed efficace per uscire dal circolo vizioso del male. Il male non conosce limiti né confini. L’illusione di poterlo sconfiggere con gli stessi mezzi alimenta una escalation di violenza senza fine, limiti e confini. Alla teoria della guerra infinita noi dobbiamo contrapporre la volontà di disertare la guerra, ovvero la volontà di interrompere la spirale del terrore per non venire stritolati”.
(Flavio Lotti, coordinatore Tavola della pace).

Come sempre, abbiamo cercato di fornire i mezzi per conoscere e analizzare i problemi e per promuovere azioni di pace con i linguaggi più immediati e comprensibili: le testimonianze dirette, le riflessioni e gli approfondimenti, il cinema. E vogliamo farlo con tutte le persone di buona volontà, soprattutto con i giovani e nelle scuole, con i loro insegnanti, perché è lì che si possono mettere a confronto saperi e conoscenze in una pluralità di punti di vista, superando paure e alimentando speranze.

Tutte le Associazioni aderenti alla rete Ottobre di Pace hanno contribuito insieme alla programmazione degli eventi, che avranno inizio il 5 ottobre alle 21.00 a Palazzo Roverizio con l’incontro con Vito Alfieri Fontana, ex titolare di un’azienda di Bari che produceva mine antiuomo, convertitosi alla nonviolenza e diventato sminatore. Per 17 anni si è dedicato a bonificare il mondo dai “frutti maledetti” che aveva seminato prima in Kosovo, poi dal 2001 a Sarajevo, l’ex capitale bosniaca e sulle colline circostanti.

Per il mondo della scuola è stato pensato il corso di formazione “Vedere l’altra faccia della storia: un percorso didattico interdisciplinare sulla storia della pace nel Novecento”, a cura del Centro Studi Sereno Regis di Torino, che dal 1982 dedica la sua attività culturale e di ricerca ai temi della pace e della nonviolenza.

Lunedì 8 e martedì 9 – Liceo Cassini, salone di Villa Magnolie h. 15.00-18.00
Lunedì 15 e martedì 16 – Liceo Cassini, salone di Villa Magnolie h. 15.00-18.00

Anche quest’anno il Premio Il Premio Tenco dedica una sezione ad Ottobre di Pace
Nell’ambito della rassegna “Migrans”, dedicata alle migrazioni fisiche e ideologiche, a tutti coloro che passano un confine, reale o immaginario:

Mercoledì 17, giovedì 18, venerdì 19, sabato 20 alle 18.30 nell’ex oratorio di Santa Brigida si esibiranno nell’ordine Peppe Voltarelli e Bobo Rondelli: il 1958; Olden: Autostrada 60 rivisitata; Rocco Papia & Giulio Papurso: I Premi Tenco; Elena Fralova: Letteratura in musica.

Martedì 23 alle 16.30 il Martedì letterario del Casinò Municipale ospiterà Francesco Vignarca, coordinatore nazionale della Rete Italiana per il Disarmo, che ha attuato in Italia la Campagna di Ican per la messa al bando delle armi nucleari insignita nel 2017 del Premio Nobel per la Pace, co-promotore del progetto “Osservatorio MIL€x“, struttura dedicata all’analisi ed alla diffusione dei dati aggiornati ed approfonditi sulla spesa militare italiana.

Mercoledì 24 alle 10.30 nel Teatro del Casinò Municipale sarà proposta agli studenti delle scuole secondarie la proiezione di Draw not war, tre cortometraggi di animazione sul tema del dialogo e della pace realizzati da studenti italiani e stranieri provenienti da Paesi oggetto di conflitto (Bosnia, Irlanda del Nord, Palestina, Israele) su musiche di U2 e Pearl Jam, che hanno concesso l’utilizzo dei brani. Il lavoro sarà presentato da Matteo Valenti, regista che ha ideato e realizzato il progetto con il sostegno di Coop Liguria.

Sabato 27 alle 21.00 un gruppo di giovanissimi rappers proporranno la loro interpretazione del tema della pace.

Il luogo sarà comunicato sulle pagine facebook di Ottobre di Pace, di Pigna Mon Amour e di Popoli in Arte.

Infine lunedì 29 ottobre il film “Selma” di al Cinema Tabarin di Sanremo di Ava DuVernay ricorderà che quest’anno ricorre il cinquantesimo anniversario dell’uccisione di M.L. King. Il film narra uno degli episodi salienti della sua lotta nonviolenta: nella primavera del 1965 un gruppo di manifestanti, guidati dal reverendo Martin Luther King, scelsero la cittadina di Selma in Alabama, nel profondo sud degli Stati Uniti, per manifestare pacificamente contro gli ostacoli posti ai cittadini afroamericani nell’esercizio del diritto di voto. Proiezioni alle 16.30 e alle 19.30.

Sperando in una partecipazione sempre più ampia, la Rete delle Associazioni di “Ottobre di Pace” ringrazia il Comune di Sanremo e l’Assessore al Turismo, Manifestazioni e Cultura per la sensibilità e il sostegno al progetto di “Ottobre di Pace” 2018 e la Banca di Caraglio, della Riviera dei Fiori e del Cuneese per il sostegno al corso di formazione “Vedere l’altra faccia della storia”.

Per ulteriori informazioni, vedere la pagina Facebook di “Ottobre di Pace”.

Le Associazioni partecipanti
ASSEFA Onlus www.assefa.org
Associazione “Casa Africa” casa-africa.blogspot.it
Associazione “Centro Ascolto Caritas Sanremo” www.caritasventimigliasanremo.org
Facebook “Caritas Intemelia”
Associazione “Mappamondo” www.associazionemappamondo.it
Associazione “Pigna Mon Amour” Facebook “Pigna Mon Amour”
Associazione “Popoli in arte” Facebook “Popoli in arte”
Associazione “Praugrande” www.praugrande.org
Chiesa Evangelica Valdese Sanremo www.valdesiponenteligure.it

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.