Quantcast

Dal palco dell’Ariston alla tournée in Russia: la storia dei Last Day of Summer foto

Passioni ed emozioni in comune: questi i punti da cui ha avuto origine il giovane gruppo musicale

Imperia. Passioni ed emozioni in comune. Sono questi i punti su cui hanno avuto origine i Last Day of Summer, gruppo musicale della provincia di Imperia, le cui sonorità spaziano tra il rock e l’alternative.

La loro avventura nasce quattro anni fa per la necessità di esprimere sentimenti che i due amici Walter (Wally) e Fabrizio (Fab) condividono sulle più svariate tematiche, sia a livello personale che culturale, decidendo di dare vita ad un duo musicale, composto da voce e chitarra, per dare sfogo alle loro sensazioni più profonde con brani propri.

Quello che ci ispira quando scriviamo una canzone è il mare al tramonto, soprattutto quello dell’ultimo giorno di estate, da qui nasce infatti il nome del nostro gruppo – spiegano i ragazzi –L’ultimo giorno di estate rappresenta la fine di una stagione allegra e segna un nuovo inizio: c’è chi dal giorno dopo comincerà un nuovo percorso scolastico, un nuovo lavoro. Noi vogliamo rappresentare tutto questo: l’ultimo momento prima di un salto nel vuoto“.

La svolta avviene grazie ad un video caricato sulla celebre piattaforma Youtube che li porta ad attirare l’attenzione di uno spettatore d’eccezione. Si tratta di Vinx, leader dei Vanilla Sky, gruppo rock italiano, che sin da subito crede nel loro talento fino a diventare il loro produttore. Da questo momento il duo si evolve, lasciando il passo ad una formazione più completa. Negli anni si uniscono a Fab e Wally altri musicisti, fino a raggiungere la formazione attuale ed equilibrata con il batterista Enea.

Grazie a chi ha creduto nel loro talento, il gruppo imperiese giunge a varcare i confini nazionali e non tardano ad arrivare le prime opportunità lavorative importanti come i tour in Russia e Ucraina, paesi che, tra alcuni giorni, ospiteranno la loro energia per l’ottava volta e in cui hanno ormai un folto seguito. Proprio la Russia ha regalato ai ragazzi una soddisfazione non da poco, sono infatti riusciti a conquistare la quindicesima posizione nella classifica “Alternative charts” su Itunes Russia, un risultato non facile da raggiungere se si pensa che stiamo parlando di un paese con oltre 140 milioni di abitanti.

Tanta gavetta li ha portati a costruirsi un nome di tutto rispetto nell’ambiente musicale, ne è la prova la chiamata arrivata in occasione del Festival di Sanremo 2018 per accompagnare sul celebre palco dell’Ariston due grandi artisti: Shaggy e Sting. “Dietro le quinte Sting scherzava con noi e ci scordava gli strumenti, ma sinceramente davanti a lui non ce la siamo sentita di opporre resistenza”, scherzano i ragazzi.

La band però ci tiene ad evidenziare quanto questo gruppo sia parte integrante della loro vita, più che un lavoro: “Questo per noi non è un hobby o un lavoro, ma è nato tutto da un’esigenza fino a diventare un vero e proprio stile di vita. Non cerchiamo denaro, questa per noi è una medicina per l’anima, tutte le nostre canzoni ci rispecchiano e trattiamo fatti che ci sono capitati direttamente. Quando suoniamo e le persone vengono ad assistere alle nostre esibizioni la viviamo come una riunione tra amici che si vogliono bene, infatti spesso offriamo da bere a chi ci ascolta“, raccontano.

Proprio l’ultimo giorno di estate è uscito il loro nuovo disco Hard to Swallow, traducibile in italiano con difficile da mangiare giù, disponibile sulle piattaforme digitali di Itunes, Google e Spotify. Con questo lavoro i ragazzi affermano di “aver finalmente trovato la nostra strada, il nostro sound, ma specialmente la nostra pace“. Un lavoro che presenteranno nel corso del loro tour nell’est Europa in cui saranno accompagnati da alcune supporting band italiane che apriranno le loro esibizioni, dandogli quindi la possibilità di farsi conoscere esattamente come qualcuno, anni fa, fece con loro.