Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bolkestein, digitale e governance: a Sanremo gli Stati generali del turismo di FdI

Attesa Giorgia Meloni che incontrerà gli operatori della pesca locale per parlare dello spostamento del confine subacqueo tra Italia e Francia

Sanremo. Direttiva Bolkestein, tassa di soggiorno, rivoluzione digitale e ancora il turismo come priorità nazionale e la sua governance. Sono alcuni dei temi al centro degli Stati generali del turismo che si svolgeranno venerdì 19 e sabato 20 ottobre al Teatro dell’Opera del Casinò. Una due giorni organizzata da Fratelli d’Italia su iniziativa dell’assessore regionale Gianni Berrino, che riunirà a Sanremo un nutrito gruppo di esponenti del partito di centro destra insieme a rappresenti di associazioni di categoria.

Sono attesi, tra gli altri, il ministro al Turismo Gian Marco Centinaio che riferirà alcune importanti novità per il settore, il capogruppo in Senato Luca Ciriani, il capogruppo alla Camera dei Deputati Francesco Lollobrigida, il vice presidente alla Camera Fabio Rampelli, e poi il vice presidente in Senato Ignazio La Russa. È previsto inoltre un collegamento video con Vittorio Sgarbi. Non mancherà il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti. Chiuderà i lavori il presidente Giorgia Meloni che incontrerà anche una delegazione di pescatori locali per discutere dello spostamento del confine subacqueo tra Italia e Francia: una questione spinosa che due anni fa portò al sequestro del peschereccio sanremese Mina e che ancora oggi costringe gli operatori a lavorare con la paura di essere arrestati dalle forze dell’ordine francesi.

Come spiega Massimiliano Iacobucci, portavoce regionale FdI Liguria: «L’incontro è stato voluto dalla direzione nazionale di Forza Italia su iniziativa dell’assessore regionale al Turismo Gianni Berrino. Il livello della manifestazione non è strettamente locale ma guarda a tutta l’Italia. Saranno presenti tanti esponenti politici del partito più i rappresentanti di diverse categorie economiche. La manifestazione nasce non con un obiettivo politico ma per dare un reale contribuito a quel comparto strategico per il Paese in generale e per la Liguria in particolare che è il turismo. È stata suggerita come città ospite Sanremo e la proposta è stata subito accettata. In qualità di cittadino questo mi fa molto piacere. Del resto Sanremo è una location ideale per parlare di tali tematiche e un simile dibattito non può far altro che bene alla nostra città. Si parlerà della direttiva Bolkestein, della tassa di soggiorno, si incontreranno le delegazioni balneari locali e anche quelle dei pescatori che a chiusura dei lavori, sabato dopo le 12, discuteranno con la presidente Meloni. Sarà una due giorni intensa che vedrà al centro interventi importanti, speriamo in altrettante proposte e soprattutto in risposte perché il turismo è un settore fondamentale per tutta l’Italia, soprattutto in Liguria».

Gli Stati Generali del Turismo si apriranno domani alle 14 e si concluderanno sabato alle 12. Qui il programma completo: Stati Generali del Turismo

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.