Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Arriva la nuova maturità ma tra gli studenti dell’Imperiese regna la disinformazione

“So che ci sarà qualche cambiamento ma niente di più ”

Provincia. L’esame di maturità si rinnova. Era il 1998 quando il più temuto esame scolastico di sempre vide la luce con la formula rimasta in vigore fino al 2018 e che ora il Miur ha deciso di rivoluzionare. La comunicazione è giunta negli istituti scolastici con una circolare, datata 4 ottobre, che ha ufficialmente presentato a studenti e insegnanti le nuove modalità per sostenere l’esame di Stato.

Il primo significativo cambiamento riguarda il passaggio da tre prove scritte a due. Addio dunque al celebre “quizzone”, odiatissimo dai maturandi che certamente non lo rimpiangeranno. Riconfermate la prima e la seconda prova, seppur con qualche modifica.

Dal 19 giugno 2019 infatti sarà messa in soffitta la traccia storica, una decisione che ha sollevato non poche polemiche a livello nazionale, prima fra tutte quella della senatrice Liliana Segre, sopravvissuta all’olocausto e oggi sostenitrice dell’importanza della storia per le generazioni future, che condanna fortemente l’idea di porre l’argomento in secondo piano: “Togliere la traccia di storia dall’esame di maturità è un modo per cancellare la memoria, per dimenticare“, ha affermato duramente.

A cambiare sono anche le modalità di ammissione alla maturità. Da ora in poi per accedere sarà necessario avere il 6, dunque la sufficienza, in ogni materia, nel comportamento e aver frequentato almeno i tre quarti delle lezioni. Aumentano inoltre i crediti scolastici che gli studenti possono collezionare negli ultimi tre anni di scuola superiore che dagli attuali 25 saranno 40: l’andamento scolastico degli anni precedenti avrà pertanto una maggiore valenza.

Cosa pensano i maturandi 2019 della provincia di Imperia di queste novità che li riguardano così da vicino? Ne sono contenti o avrebbero preferito mantenere l’esame come era in precedenza?

Abbiamo interrogato alcuni studenti dell’Imperiese, dovendo purtroppo constatare che tra i giovani a fare da padrona è la disinformazione. “Cambia qualcosa? È la prima volta che lo sento dire”, afferma perplessa una ragazza, “So che ci sarà qualche cambiamento, ma sinceramente non ne so altro, più avanti mi informerò, per ora non mi preoccupo perché l’anno scolastico è appena iniziato e l’esame è ancora lontano”, dichiara un altro studente.

Alcuni studenti non sono minimamente a conoscenza di questa importante novità e rimangono quasi spiazzati nell’apprendere che i consigli dei propri amici più grandi perderanno di valore a partire dal prossimo anno. Altri invece sanno che qualche cambiamento ci sarà, ma non ne sanno molto di più e non sembrano particolarmente interessati ad approfondire l’argomento, almeno per ora.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.