Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alla scoperta di Mendatica con la “Giornata Fai d’Autunno”

Un'occasione per conoscere l'arte, la storia, le tradizioni, la natura, l'ambiente e sensibilizzare i visitatori alla campagna #salvalacqua

Mendatica. Quest’anno il Fai, impegnato nella campagna di sensibilizzazione #salvalacqua, ha scelto Mendatica, paese sito all’interno del parco regionale delle Alpi liguri, come location per la “Giornata Fai d’Autunno“. Sarà un’occasione per scoprire l’arte, la storia, le tradizioni, la natura e l’ambiente.

Oggi, dalle 10, la giornata inizierà con un’escursione alle Cascate dell’Arroscia, raggiungibili da Mendatica in poco meno di un’ora di cammino lungo una mulattiera che passa nei pressi della chiesetta campestre di Santa Margherita. Sorge sulle rovine dello scomparso insediamento del Borghetto e conserva un bel ciclo di pitture murali attribuite a Pietro Guido da Ranzo.

L’intera iniziativa si incentrerà su l’acqua nella natura, ma anche nel lavoro e nella produzione. Uno dei punti centrali sarà infatti il “Mulino”, risalente al XVI secolo, poco a valle del paese. Era il più importante complesso per la molitura di cereali, legumi e frutti essiccati dell’alto corso dell’Arroscia. La riattivazione degli impianti produttivi ancora presenti consente la dimostrazione delle attività di molitura. Nel paese si potranno visitare anche la centrale idoelettrica “Mulino” sull’Arroscia e il “Caseificio” di un’azienda agrituristica che ha impostato parte della sua attività sulla pecora “Brigasca”, fondamento della storia pastorale, e sul suo latte. Si potrà vedere come si fa il formaggio.

Si potrà ammirare la “Casa del Pastore”, non lontano dalla parrocchiale, che offre una testimonianza importante della civiltà contadina. C’è la stalla con gli attrezzi alla preparazione del formaggio e l’abitazione. Questo Museo prende come riferimento le antiche malghe, piccoli insediamenti dove pastori e contadini si trasferivano in estate per lavorare le pendici più alte e portare il bestiame sui pascoli, segno importante di antropizzazione del paesaggio.

Si potrà scoprire la settecentesca chiesa parrocchiale dei Santi Nazario e Celso che svetta imponente sulle abitazioni del centro storico del borgo. La facciata principale è in pietra a vista. Ha un campanile tardo medievale. L’interno è maestoso, ha una pianta ovale con sei cappelle laterali. Conserva una Madonna attribuita dai più al Maragliano.

Alle 16.30, presso la sala multimediale si terrà l’incontro “Gestione della risorsa idrica per ridurre il rischio idrogeologico: il caso Mendatica”. I relatori saranno i geologi Roberto Macciò e Fabio Arrighetti, che esporranno in maniera efficace il problema che affligge Mendatica. Alle 17,30 vi sarà invece un momento musicale di chiusura presso la chiesa parrocchiale.

Per tutta la giornata sarà possibile effettuare visite virtuali spettacolari della Valle Arroscia grazie al progetto “Liguria Wow”. L’evento è a cura del Gruppo FAI Giovani di Imperia e della Delegazione FAI di Imperia, che fino alle 18 guideranno i visitatori alla scoperta del paese.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.