Quantcast

Ventimiglia, passano il confine con 53 chili di hashish. Due italiani condannati per spaccio

I fatti che hanno portato all’odierna sentenza risalgono al 29 gennaio scorso

Imperia. Due condanne in primo grado per spaccio di un ingente quantitativo di droga. Oggi, il gip del Tribunale Anna Bonsignorio, ha inflitto 3 anni all’imperiese Giacomo Masotina (difeso dall’avvocato Luca Ritzu) e 3 anni e 4 mesi all’astigiano Giuseppe Bancale (Paolo Borfiga).

Per il primo, che ora si trova in carcere, il pm Giancarlo Scorza aveva chiesto 4 anni e 4 mesi, mentre per il piemontese (ai domiciliari) 4 anni e 8 mesi. I fatti che hanno portato all’odierna condanna risalgono al 29 gennaio scorso. Quel giorno i due erano stati fermati dai carabinieri sulla strada Aurelia poco dopo il confine di Stato.

A bordo dell’auto sulla quale viaggiavano, i militari Nucleo Investigativo del Comando provinciale, avevano trovato diversi borsoni contenenti un totale 53 chili di hashish suddivisi in panette.