Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Vele d’Epoca, la vicepresidente Viale a Imperia per sostenere il progetto “Prevenzione dei danni da sole sulla pelle”

Organizzato dalla Dermatologia dell’Ospedale Civile e realizzato attraverso la partecipazione alle regate di un equipaggio formato anche da medici dipendenti della Asl 1 Imperiese a bordo del ‘Sandra’

Imperia. Nella mattinata di domani, sabato 8 settembre, la vicepresidente e assessore regionale alla Sanità Sonia Viale sarà a Imperia nell’ambito della manifestazione Vele D’Epoca per sostenere il progetto “Prevenzione dei danni da sole sulla pelle” organizzato dalla Dermatologia dell’Ospedale Civile e realizzato attraverso la partecipazione alle regate di un equipaggio formato anche da medici dipendenti della Asl 1 Imperiese a bordo del ‘Sandra’, un Sangermani di 40 piedi messo a disposizione dall’armatore, il dottor Marco Carbonaro. Oltre alla partecipazione alle regate, il progetto prevede conferenze a tema ogni pomeriggio.

“Ringrazio il dottor Giuseppe Emilio Cannata, per questa iniziativa importante – afferma la vicepresidente Viale – per sensibilizzare i cittadini su un tema fondamentale, spesso sottovalutato, come quello della prevenzione dei melanomi. Nei primi mesi di quest’anno il reparto di Dermatologia dell’ospedale di Imperia ha preso in carico 31 nuovi casi di melanomi maligni: nella maggior parte dei casi la tempestività della diagnosi si è rivelata fondamentale per intraprendere un percorso di cura efficace”.

“La prevenzione è indispensabile – aggiunge l’assessore regionale alla Sanità – attraverso l’utilizzo di schermi solari che, secondo i consigli degli esperti, in spiaggia vanno applicati ogni 3 o 4 ore. Per quanto riguarda i bambini, poi, la protezione solare non deve mai essere inferiore al fattore 50 ed è necessario adottare alcuni accorgimenti, evitando di portarli in spiaggia nelle ore centrali della giornata, con indosso indumenti fotoprotettivi”. “Il consiglio – conclude – è comunque quello di rivolgersi al proprio medico di medicina generale in caso di dubbi o qualora si notino dei cambiamenti nella forma o nel colore dei nei”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.