Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanremo, omicidio Giovanni Palumbo: il presunto killer fa scena muta davanti al pm fotogallery

Domani la convalida del fermo

Sanremo. Si è avvalso della facoltà di non rispondere alle domande del pm Luca Scorza Azzarà, Vincenzo Mercurio, 54 anni, l’ex commerciante ambulante di Ventimiglia arrestato ieri con l’accusa di essere l’assassino del medico legale Giovanni Palumbo, 61 anni, ucciso ieri nel suo studio di via Antonio Fratti.

L’ipotesi più probabile, è che il movente alla base dell’efferato omicidio sia legato ad una vendetta per una perizia commissionata alla vittima: da anni Mercurio sostiene di essere diventato quasi cieco a seguito di un esame oculistico nel 2012.
Difeso dall’avvocato Marco Noto, Mercurio è stato trasferito nel carcere di Imperia nella notta: oggi incontrerà il suo legale. Per domani è invece attesa la convalida del fermo.

Non era la prima volta che Mercurio aggrediva un medico. Era già successo il 19 marzo del 2014 all’interno del poliambulatorio dell’ex ospedale di Ventimiglia, il presunto assassino aveva aggredito con una bastonata al volto l’oculista Domenico Contursi,  accusandolo di avergli fatto perdere la vista da un occhio dopo una semplice visita. Contursi venne medicato e dimesso con prognosi di trenta giorni. Per quell’aggressione, Mercurio era stato arrestato con l’accusa di lesioni e poi condannato a 1 anno e 6 mesi di reclusione.

Vincenzo Mercurio non ha mai smesso di credere che la colpa del suo essere diventato ipovedente fosse da imputare a quella visita oculistica. Per questo ha provato, senza ottenere nulla, a chiedere un risarcimento tramite un avvocato. Alla perdita del vista, seguì quella del lavoro e della casa. Più volte Mercurio provò ad attirare l’attenzione dei media, incatenandosi davanti al Comune di Ventimiglia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.