Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Omicidio Palumbo, l’intuito dell’operatore di centrale e la tempestività dei carabinieri dietro l’arresto lampo di Mercurio fotogallery

Nella comprensibile agitazione del momento, il collega di Palumbo, in assoluta buona fede, ha fornito un indirizzo sbagliato, lontano chilometri dalla via in cui si trovava

Sanremo.  C’è l’intuito del centralinista della sala operativa e la tempestività d’intervento dei carabinieri dietro l’arresto lampo di Vincenzo Mercurio.

riviera24 - Vincenzo Mercurio

L’ex ambulante 54enne senza fissa dimora, ieri verso le 18 ha ucciso con ben 17 coltellate (delle quali 6 mortali alla gola) il conosciutissimo e stimato medico legale Giovanni Palumbo.

Il medico si trovava all’interno del suo studio di via Fratti 18 insieme ad un collega, quando si è presentato alla porta il suo killer, armato di un coltello a serramanico di 8 centimetri Mercurio si è scagliato contro la sua vittima e l’altro dottore, non riuscendo a fermarlo, ha subito telefonato al 112. Compiendo uno sbaglio che poteva costare la fuga dell’assassino.

Nella comprensibile agitazione del momento, il collega di Palumbo, in assoluta buona fede, ha fornito un indirizzo sbagliato, lontano chilometri dalla via in cui si trovava. Ma il centralinista, che conosceva bene Palumbo, ha intuito l’errore ed ha diretto i militari dell’Arma verso la zona giusta. Immediatamente due vetture dei carabinieri hanno raggiunto l’indirizzo esatto, permettendo agli equipaggi di bloccare Mercurio sotto il portone della palazzina che ospita lo studio medico.

Anche lui era ferito ad una gamba, a causa della foga con la quale ha accoltellato la sua vittima. Non ha opposto resistenza e nel mentre altri carabinieri mettevano in sicurezza il perimetro del quartiere. L’accusa per lui adesso è quella di omicidio volontario con l’aggravante della premeditazione: rischia l’ergastolo.

Il movente è sotto esame da parte degli investigatori. Non è chiaro se Palumbo avesse fatto una perizia sulla cecità di Mercurio da un occhio, perizia che se avesse dato l’esito sperato dal killer gli avrebbe potuto assicurare la pensione di invalidità.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.