Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

L’imperiese Simona Tassone alla conquista del cinema italiano

E' un’artista poliedrica e dalla personalità camaleontica che, attraverso la sua arte e la sua fisicità, vuole portare un messaggio a tutte le donne: “Accettatevi e amatevi per ciò che siete"

Imperia. Protagonista del corto di Fabrizio Maddalena “Il marito di Bianca? in concorso ai David di Donatello
In anteprima il 5 ottobre 2018 alle 20,30 al Cinema Teatro Fellini a Rozzano (Milano).

Simona Tassone è un’artista poliedrica e dalla personalità camaleontica che, attraverso la sua arte e la sua fisicità, vuole portare un messaggio a tutte le donne: “Accettatevi e amatevi per ciò che siete e non per ciò che vorrebbero imporvi i modelli sociali attuali”. Taglia 50, tanta energia, tanta simpatia e altrettanta voglia di affermarsi per affermare la femminilità fuori dai canoni.

Un’energia che, dopo un lungo percorso umano e professionale, l’ha condotta a recitare per il regista Fabrizio Maddalena nel ruolo di protagonista nel cortometraggio “Il marito di Bianca”, ora candidato nella sezione di appartenenza all’Accademia del cinema italiano Premi David di Donatello!

Ligure della provincia di Imperia, dopo aver ‘curato’ per diciassette anni lo stato di salute dell’arte, in qualità di titolare del laboratorio di restauro Artemisia, ed eseguito importanti ripristini per curie e Soprintendenze alle Belle Arti, Tassone abbandona l’attività per esprimere nella totalità la sua natura creativa.

Si trasferisce a Milano dove inizia a sfilare come modella curvy sul canale televisivo QVC Italia per i marchi di moda dedicati alle ‘taglie morbide’. Notata per la sua presenza scenica in video, partecipa a diversi casting e diviene testimonial di una marca canadese per intimo plus size, mentre attualmente è invece l’immagine italiana del grande stilista newyorkese (anche attore e produttore) che ha vestito le celebrità, Isaac Mizrahi.

La filosofia di Simona Tassone si riassume nella sua dichiarazione “Attraverso la TV sono divenuta una influencer curvy perché voglio donare speranza e incoraggiare le donne ad amarsi con tutte le loro imperfezioni”. Nel 2017 ha partecipato al progetto “Beautifulcurvy” ed è stata scelta tra oltre 500 donne in tutta Italia, divenendo una modella e ambasciatrice per un calendario nel quale ha messo a disposizione il suo volto e il suo fisico per raccontare che, anche se taglia 50, la bellezza vera e autentica non ha misura, colore peso ed età.

Questo l’ha portata anche a sfilare nel salotto più discusso d’Italia per tutta la stagione inverno/primavera a Pomeriggio 5 dalla Barbara D’Urso e a Domenica Live sempre su Canale 5. È stata anche su Rete 4 a Forum nelle vesti di modella dove è stata invitata per parlare in diretta della sua attività di influencer nella moda curvy.

La svolta cinematografica avviene però circa tre anni fa: dopo la sua partecipazione nel film “Fuga da Reuma Park” con Aldo Giovanni e Giacomo, la Tassone inizia a studiare recitazione e frequenta il Centro Teatro Attivo di Milano e l’Accademia Artisti di Milano, dove prende parte a masterclass con grandi attori e registi come Pupi Avati, Eleonora Giorgi, Maurizia Grossi, Daniel McVicar.

Ha girato con Maccio Capatonda, regista e comico, nel ruolo di Kelly, una delle due attrici femminili protagoniste di uno degli episodi di “The Generi” e quindi con Maddalena nel ‘corto’ in concorso ai David di Donatello.

Simona ha rivelato la sua vena artistica fin da piccola, mostrando una personalità forte, carismatica ed eccentrica; ama tantissimo Marilyn Monroe e Audrey Hepburn, per lei vere icone di femminilità; sogna di lavorare con grandi registi come Özpetek e Avati per arrivare fino a Hollywood, senza porre limite alla propria vita e ai propri desideri e obiettivi.
Il suo scopo più grande è quello di creare valore dal suo lavoro e portare il messaggio che dentro ogni essere umano è racchiuso tutto; ciascuno ha un grande potenziale ed è qui su questo pianeta per essere felice: “Voglio donare la mia energia, luce e speranza a tutti. Crediamo nei nostri sogni senza mai porre limite e amiamoci per quello che siamo”.

Il film ‘Il marito di Bianca’ sarà proiettato in anteprima nazionale il prossimo 5 ottobre 2018 alle 20,30 al Cinema Teatro Fellini a Rozzano (Milano).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.