Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

L’economia di Treviso sempre più innovativa e digitale foto

Trend positivi per le attività commerciali online grazie alle nuove tecnologie che hanno modificato i comportamenti degli acquirenti

Più informazioni su

Se a trainare la ripresa delle imprese trevigiane in prevalenza rimane il settore agricolo, con una crescita in un anno di 179 unità, ci sono trend positivi provenienti anche dalle attività commerciali online, grazie alle nuove tecnologie che hanno modificato significativamente i comportamenti degli acquirenti.

L’e-commerce nel Veneto

L’economia di Treviso e i suoi imprenditori puntano tutto o quasi sull’e-commerce, soprattutto nel settore della casa e del giardino. Secondo i dati registrati dalla piattaforma eBay, si stima che almeno un venditore professionale veneto su tre, circa il 31,4%, metta in vendita online i suoi prodotti legati alla casa e al giardinaggio, seguito da un 20% di piccole e medie imprese che operano nel campo della moda, e da un 16,7% che appartengono al settore dell’elettronica di consumo.

Tra i settori trainanti di questa nuova tendenza di vendita online, c’è anche quello dell’occhialeria e in particolare di articoli oftalmici, come le lenti a contatto e i prodotti per la cura stessa della lente a contatto, che vede la sua concentrazione settoriale, circa l’80%, proprio in Veneto nel distretto di Cadore.

Cambiano le abitudini: soprattutto i giovani preferiscono scegliere direttamente online dove scoprire l’ultima montatura di design o comprare le lenti a contatto, magari colorate, su un sito specializzato e affidabile. Sono queste le categorie più gettonate dell’e-commerce tra gli imprenditori veneti, soprattutto di Belluno e Padova, che in totale raccolgono più del 68% dei venditori professionali presenti su eBay nella regione, con Treviso che si deve accontentare del terzo posto sul podio.

La provincia che è riuscita a sfruttare al meglio l’opportunità data dal marketplace è stata Rovigo, dove oltre un venditore professionale su tre, circa il 35,7%, ha visto il suo business aumentare del doppio rispetto all’anno precedente. Molto positive anche le vendite delle piccole e medie imprese trevigiane e veronesi, che sono cresciute più del 30%, mentre quelle vicentine, padovane, e veneziane hanno raggiunto un buon 20%.

Bene anche nel terziario

Grazie a nuove strategie che puntano all’innovazione dei tradizionali modelli economici, anche le imprese trevigiane del terziario sono in crescita, dato confermato dal monitoraggio annuale realizzato da EbiComLab, il centro studi sul Terziario di Unascom Confcommercio ed EbiCom. Da questo questionario è emerso che il fatturato del 38% di queste imprese è aumentato da un anno all’altro, mentre per il 46% di esse è rimasto stabile, con una nicchia del 16% in calo.

Tante sono le aziende che sono state capaci di inserire nuove linee di prodotti e servizi, mantenendo stabili le proprie quote di mercato, con un totale di 88 nuove aperture e un 18,1% di imprese che hanno pianificato di avviare circa 575 nuove posizioni lavorative nel 2018, soprattutto assunzioni nel commercio e con contratti di lavoro con partita Iva e dipendente.

In questo particolare periodo storico le imprese del settore turistico e dei servizi mirano a investire principalmente sulla formazione del personale, mentre quelle più orientate al commercio puntano maggiormente sul lancio nel mercato di nuovi prodotti e servizi. I dati comunque sono ottimistici e positivi, con un sistema produttivo che tende sempre più verso l’innovazione tecnologica e l’utilizzo dell’e-commerce per la vendita dei prodotti e dei servizi anche all’estero.

Competenza, servizio eccellente e qualità del prodotto oltre allo studio delle dinamiche di settore diventano elementi essenziali oggi sia per le nuove aperture di attività fisiche sul territorio, che per le imprese che vogliono realizzare un e-commerce di successo e innovativo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.