Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Le Vele d’Epoca fanno brillare il mare di Imperia, primo giorno di regate baciato dal sole fotogallery

La classifica provvisoria dell'evento seguito in diretta tutti i pomeriggi su R24Radio

Imperia. La flotta impegnata alle Vele d’Epoca di Imperia – Panerai Classic Yachts Challenge ha illuminato lo specchio di mare davanti alla cittadina ligure per la prima prova di giornata.

Il termine yacht deriva dalla espressione olandese “jaght” che significa cacciare. “Jaght schips” erano quindi chiamati quei mezzi navali di dimensioni ridotte da utilizzarsi per piccolo cabotaggio tanto per diporto che per operazioni belliche.


(La dimostrazione di recupero in mare della Guardia Costiera)

Le prime regate si possono dunque datare alla seconda metà del 1600, quando Carlo II, allora sovrano di Inghilterra, si fece costruire il primo Yacht, Mary un 16 metri a bordo del quale non mancavano 10 cannoni! I cortigiani, per compiacere il sovrano, iniziarono subito a costruirsi imbarcazioni analoghe; da allora in avanti, sfidarsi per mare – senza utilizzare i cannoni – il passo è stato brevissimo.

Oggi, le imbarcazioni che partecipano alle regate per barche d’epoca e classiche vengono suddivise in tre categorie principali:

  • Yacht d’Epoca, quelli costruiti in legno o metallo, varati prima del 31 dicembre 1949
  • Yacht Classici costruiti in legno o metallo, varati entro il 31 dicembre 1975
  • Yacht Spirit of Tradition, ovvero quelle imbarcazioni che, pur realizzate con tecniche e materiali moderni, sono state costruite dopo il 1970 e che hanno un aspetto fedele a progetti tradizionali.

Altre categorie sono le Repliche di Yacht d’Epoca (scafi che, indipendentemente dal momento del varo, sono stati costruiti in conformità a progetti anteriori al 1950) e le Repliche di Yacht Classici (scafi che, indipendentemente dal momento del varo, sono stati costruiti in conformità a progetti anteriori al 1976).

Oggi in mare a Imperia, il ruolo di ‘prede’ è stato magnificamente interpretato dai NY 40 Spartan Chinook - i cosiddetti ‘Fighting Forties’, cutter aurici di quasi 20 metri fuori tutto, scaturiti dalla matita di Nat Herreshoff – seguiti a pochi secondi dai velocissimi P Class Olympian Chips, autori di un vero e proprio match race e che hanno girato le boe del percorso davanti a imbarcazioni ben più grandi di loro che, pur senza cannoni, hanno inseguito per tutta la regata.

Il colpo di cannone è stato dato puntuale alle 12:00 di questa mattina in condizioni meteo leggere – vento da levante di circa 7 nodi e pochissima onda che è andato in intensificazione nel primo pomeriggio, per poi calare sul finire di giornata – In ogni caso: cielo terso e una bellissima giornata di mare e sport.

La flotta, divisa in 8 classi (Big Boat – Classici 1 e 2 – Epoca Aurici 1 e 2, Spirit of Tradition, Epoca Marconi 1 e 2), dopo lo start delle 12:00 è stata impegnata su due percorsi differenti di 8 miglia – per le più grandi – e 5 miglia per le più piccole.

Al rientro in porto, le classifiche della prima giornata hanno visto i seguenti risultati di categoria:
Big Boat: Mariska
Classici 1: Il Moro di Venezia I
Classici 2: Resolute Salmon
Epoca Aurici 1: Olympian
Epoca Aurici 2: Viola
Epoca Marconi 1: Comet
Epoca Marconi 2: Jour de Fete
Spirit of Tradition: Dulcinea

Giochi ancora apertissimi, con le barche che hanno ancora tre giornate di regata davanti prima di poter confermare i risultati. Il meteo per il weekend prevede qualche nuvola per la giornata di domani, e condizioni leggere per le prossime giornate. classifiche complete sul sito: veledepoca.com

Il calendario degli eventi a terra continua con la Cooking race a cura di Gambero Rosso – Città del Gusto Torino, alle 22 il suggestivo spettacolo delle Fontane Danzanti seguito dal concerto Live dei “The Wavers 51”.

Nate nel 1986 da una felice intuizione di Pier Franco Gavagnin, direttore di Portosole Sanremo, le Vele d’Epoca di Imperia sono diventate un appuntamento fondamentale delle regate classiche nel Mediterraneo.

Al primo raduno parteciparono all’incirca 30 imbarcazioni, un numero importante che segnò il primo passo per la crescita esponenziale della manifestazione. Entrate a far parte di diversi Circuiti internazionali durante il corso degli anni, nel 2006 Officine Panerai diventa il Title Sponsor e decide di includere le Vele d’Epoca all’interno del Panerai Classic Yachts Challenge.

Per l’edizione 2018, le Vele d’Epoca di Imperia, oltre al Title Sponsor Panerai, possono contare sul supporto di FCA – Alfa Romeo, BBBell, Frantoio Sant’Agata, Pommery e Toio. Per la parte in acqua le regate sono organizzate dallo Yacht Club Imperia mentre la logistica a terra e gli ormeggi, grazie alla collaborazione di GoImperia. Le Vele d’Epoca hanno il prezioso contributo della Camera di Commercio Riviere di Liguria, del Comune e di Regione Liguria con il Patrocinio della Marina Militare.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.