La pallapugno va in classe: ecco il nuovo progetto scuola

Le iscrizioni dovranno essere presentare entro il 30 settembre, compilando il modulo di adesione, che dovrà essere inviato a segreteria@palloneelastico.it

La Fipap, con il sostegno della Fondazione CRC, promuove un nuovo progetto teso a favorire la conoscenza e la pratica della pallapugno nelle scuole del territorio. La pallapugno va in classe, così si chiama il progetto, si sviluppa tramite lezioni tenute dai tecnici federali presso le classi quarte e quinte della scuola primaria (ragazzi di 9 e 10 anni): un primo intervento è dedicato a una breve presentazione della pallapugno e alla visione di un video didattico, quello successivo si svolge in palestra con lezioni pratiche di gioco.

Il progetto, il cui responsabile è Roberto Corino, prevede di assegnare un ruolo di primaria importanza alle società, le quali diventano le protagoniste attraverso i propri tecnici e dirigenti, che partecipano alle prime due lezioni, proseguendo poi l’attività con l’obiettivo d’invitare i ragazzi interessati a una giornata conclusiva allo sferisterio.

Dice il consigliere federale delegato alla gestione del progetto, Luca Selvini: «Riteniamo che la promozione nelle scuole rappresenti un tassello basilare per la diffusione del nostro sport presso i più giovani, ma perché l’iniziativa possa avere un buon fine è necessario che le società diventino parte attiva del progetto e, soprattutto, che l’obiettivo dell’attività di promozione nelle scuole sia quello di portare i ragazzi allo sferisterio, prendendo coscienza di una realtà sovente sconosciuta».

Le iscrizioni dovranno essere presentare entro il 30 settembre, compilando il modulo di adesione, che dovrà essere inviato a segreteria@palloneelastico.it.