Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanremo, la figura di Gianbattista Panizzi negli studi dello storico Andrea Gandolfo

In occasione del 199° anniversario della nascita del medico e precursore del turismo matuziano

Sanremo. In occasione del 199° anniversario della nascita del medico e precursore del turismo matuziano Giambattista Panizzi, che tanto avrebbe contribuito al lancio del nome di Sanremo, a livello turistico, in Europa nella seconda metà dell’Ottocento, e che fu anche uno dei promotori della costruzione dell’Hotel Londra, lo storico matuziano Andrea Gandolfo ricostruisce il suo profilo biografico:

“Giambattista Panizzi nacque a Sanremo il 10 agosto 1819 da Nicola e Maria Ascenso. Laureatosi con lode in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Genova nel 1846, si guadagnò presto fama di valente medico nella città natale grazie alle sue notevoli capacità professionali, che emersero soprattutto quando la nostra zona fu colpita da una terribile epidemia nel 1854. Per tale sua attività, nel paese di Triora, dove egli scelse di svolgere la propria opera, gli furono anzi decretati onori speciali.

Contemporaneamente all’attività medica, spronato dalla contessa Adele Roverizio di Roccasterone, iniziò a svolgere un’intensa propaganda per diffondere la conoscenza delle bellezze di Sanremo e della Riviera ligure in Italia e all’estero, pubblicando nel 1860 la monografia Sanremo e il suo clima che sarebbe stata tradotta di lì a poco, su invito di Giovanni Ruffini, in lingua inglese, e che Panizzi sottopose anche al giudizio del segretario del Consiglio di Sanità di Londra dottor Taylor. La pubblicazione, di carattere rigorosamente scientifico, attirò pure l’attenzione dell’Accademia di Medicina d’Italia di Torino, il cui periodico ne elogiò il contenuto e si complimentò con l’autore per aver fatto conoscere il suo paese natale al grande pubblico; poco dopo giunsero dalla Svizzera anche le congratulazioni di Ruffini per la pregevole fattura dell’opera.

Inoltre, grazie ai buoni uffici del Ruffini, pubblicò una serie di articoli su giornali inglesi, effettuò a sue spese numerosi viaggi in Inghilterra stringendo amicizia con varie personalità britanniche, di cui si avvalse per richiamare l’attenzione della colonia inglese su Sanremo e la Riviera di Ponente. Quando poi giunsero nella nostra città i primi turisti d’oltre Manica per sincerarsi delle speciali prerogative del clima sanremese, delle bellezze naturali della nostra zona e dei benefici effetti del soggiorno in Riviera, trovarono una degna accoglienza qual era stata pazientemente preparata dai pionieri del nostro turismo, tra i quali va annoverato sicuramente anche Panizzi, che, tra l’altro, aprì gratuitamente a Sanremo una scuola di inglese.

E fu proprio a lui che nel 1860 si presentò l’imprenditore di Rivoli Pietro Bogge per chiedere consiglio sull’edificazione nella nostra città di un nuovo albergo. Panizzi lo incoraggiò e così nel 1861, sulla collina del Berigo sorse l’Hotel de Londres, il primo dei grandi alberghi sanremesi. Tra i vari incarichi che ricoprì ricordiamo quelli di membro del Consiglio di Sanità circondariale, socio onorario, medico e vice presidente della Società Operaia Sanremese, socio e bibliotecario del Comizio Agrario di Sanremo, ispettore dell’Asilo Corradi, socio e consigliere del Comizio Agrario di Porto Maurizio e professore di inglese nel Regio Istituto tecnico di Porto Maurizio. Morì a Sanremo il 4 marzo 1886″.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.