Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanremo, furti nei negozi del centro: la polizia denuncia due complici

La segnalazione partita dai commercianti della rete d'imprese Sanremo On

Sanremo. Personale della Squadra Volante del locale commissariato, nella giornta di ieri, ha proceduto alla denuncia in stato di libertà di R.A. e G.V., rispettivamente di 25 e 54 anni, il primo cittadino francese, la seconda belga, entrambi per il reato di furto con destrezza.

sanremo polizia piazza colombo controlli

Nel pomeriggio di sabato i due individui venivano segnalati come possibili autori di furto da alcuni commercianti sanremesi. Gli agenti della Squadra Volante provvedevano a bloccarli ed identificarli in via Matteotti, anche con l’ausilio del personale impiegato nei controlli straordinari antiabusivismo disposti dal Questore di Imperia per il periodo estivo.

I due erano appena usciti da una cartolibreria del centro ove, da un primo sommario controllo, venivano trovati in possesso di un’agenda appena asportata ma anche di numerosi articoli di esercizi commerciali sanremesi, principalmente abbigliamento e biancheria per la casa, oggetti per i quali i due erano del tutto privi di scontrino o altra documentazione comprovante l’acquisto. Il valore complessivo della merce asportata dai negozi era di alcune centinaia di euro.

Con la collaborazione degli stessi commercianti che ne avevano segnalato la presenza, anche tramite l’utilizzo dei social media, si ricostruiva l’intera giornata di “shopping illegale” degli stessi che, fin dal primo mattino, avevano perpetrato un furto di presso il negozio “Fashion House”, come peraltro chiaramente evidenziato dalle telecamere a circuito chiuso, visionate oltre che dall’esercenti, dagli agenti di polizia intervenuti.

Buona parte degli oggetti rubati dai due individui, veniva immediatamente restituita ai commercianti vittime dei furti.

La circostanza che entrambi gli indagati fossero sconosciuti alle forze dell’ordine, legittimi proprietari di un auto di lusso ed in possesso di ingente denaro contante e di regolari carte di credito, fa ragionevolmente pensare a furti commessi per cause goliardiche o comunque non di puro interesse economico.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.