Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ragazza precipitata a Capo Nero: tunisino trasferito in carcere a Sanremo foto

Fermo convalidato dal gip del tribunale di Imperia

Sanremo. E’ stato trasferito in carcere, così come richiesto dal sostituto procuratore Barbara Bresci, Zied Yakoubi, il tunisino 32enne accusato di aver aggredito Alena Sudokova, la ragazza tedesca di origini russe precipitata – forse spinta – nel dirupo che dall’Aurelia digrada fino alla Marina di Capo Nero. L’uomo dovrà rispondere dell’accusa di tentato omicidio.

I fatti. L’immediato intervento dei militari della Compagnia di Bordighera, allertati dal 112 NUE, ha permesso di chiarirne la dinamica in ragione di un minuzioso sopralluogo e della ricostruzione degli elementi di fatto acquisiti nel luogo, nonché degli approfondimenti sul conto delle persone coinvolte, emergendo alcune incongruenze nella versione fornita dall’uomo che è stato trovato sulla spiaggia, a poca distanza dalla ragazza.

Al termine di un tour-de-force, proseguito fino alla tarda serata di quel giorno, i carabinieri di Ospedaletti, coadiuvati da quelli della compagnia di Bordighera, hanno potuto acclarare come di fatto fossero sussistenti gravi indizi di colpevolezza in ordine al reato di tentato omicidio, consentendo di trasformare le perplessità iniziali e le richiamate incongruenze in utili elementi per eseguire – la sera stessa – un fermo di polizia giudiziaria.

Nella mattinata odierna, il giudice per indagini preliminari del tribunale d’Imperia ha accolto la richiesta di convalida del fermo per tentato omicidio avanzata dal pubblico ministero ed ha contestualmente disposto la custodia cautelare in carcere del cittadino straniero, che è stato trasferito presso la casa di reclusione di Sanremo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.