Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Narcotrafficante internazionale rimpatriato dalla Polizia in Albania, era in carcere a Sanremo

Allo stesso è stato impedito il reingresso in Italia per 10 anni

Più informazioni su

Sanremo. Il potenziamento dei dispositivi di controllo del territorio disposti dal Questore di Imperia, Cesare Capocasa – che vedono in questi giorni anche il rinforzo da parte delle pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine Liguria – continuano a produrre risultati, in special modo nell’ambito del contrasto all’immigrazione clandestina.

Nella giornata di ieri, 22 agosto, la Polizia di Stato ha rimpatriato il cittadino albanese L.E., classe ‘82, in esecuzione di un decreto di espulsione emesso dall’Ufficio di Sorveglianza di Trento.

Lo straniero, infatti, era stato condannato a 6 anni di reclusione per reati legati allo spaccio e al possesso di stupefacenti, attività alla quale si era dedicato sin dal suo ingresso in Italia, avvenuto nel 1988.

La gravità dei reati accertati a suo carico e commessi tra il 2005 e il 2007 in Venezuela, Colombia, Spagna, Olanda, Germania, Serbia, Albania e Italia è stata determinante per la condanna.

Il malvivente, narcotrafficante di livello internazionale, era solito effettuare viaggi nei Paesi dell’America latina, allo scopo di prendere accordi con referenti locali dei principali cartelli per l’acquisto di stupefacenti da dirottare in Europa dove, associandosi ad altri malavitosi, riusciva a piazzare le partite di droga.

Dopo una lunga e complessa indagine che ha coinvolto le Procure della Repubblica di diverse città italiane, di ritorno da uno dei numerosi viaggi per l’approvvigionamento dello stupefacente, lo straniero è stato arrestato in Italia, allo scalo aereo di Roma Fiumicino.

L’albanese, subito dopo l’arresto, ha trascorso i primi mesi di detenzione nel carcere di Trento; successivamente è stato trasferito alla casa circondariale di Genova ed infine a Sanremo.
Nella giornata di ieri, il Questore di Imperia ha disposto l’accompagnamento dello straniero in Albania.

Personale della Questura lo ha accompagnato all’aeroporto di Genova da dove è stato imbarcato alla volta di Tirana. Data la sua pericolosità sociale, allo stesso è stato impedito il reingresso in Italia per 10 anni.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.