Crollo del ponte Morandi, il Consiglio dei Ministri assegna a Genova 28,5 milioni di euro

Il presidente Toti: "Segnale importante per la città"

Più informazioni su

Genova. Il Consiglio dei Ministri riunito oggi in Prefettura a Genova, a seguito della richiesta del governatore Toti a premier Conte, ha assegnato 28,5 milioni di euro per il superamento delle criticità conseguenti l’emergenza del crollo del ponte Morandi.

La cifra decisa che si va ad aggiungere ai precedenti 5 milioni di euro già stanziati, consentirà di superare la fase di emergenza attraverso la gestione delle macerie e dei detriti dovuti al crollo del ponte, garantire nuove case per gli sfollati, realizzare una viabilità alternativa, incrementare i servizi di trasporto pubblico locale e ferroviario, gestire le macerie e i detriti dovuti al crollo.

“Un segnale importante per la città di Genova nel giorno più difficile, quello del lutto nazionale – ha sottolineato il presidente Toti – Avevamo urgenza di aggiornare l’ordinanza con cui è stato decretato lo stato di emergenza e inserire anche nuovi capitoli che non vi erano contenuti, per poter ripartire al più presto e rispondere in tempi certi e veloci alle esigenze dei cittadini”.

Più informazioni su