Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A San Romolo oltre 400 persone partecipano al Festival dei Boschi foto

L'animazione musicale di Paolo Lizzadro, Carlo Ormea, Emmauel Biamonti e Fabio Berto è stata attiva tutto il giorno con due sessioni per imparare danze popolari in cerchio, in particolare occitane e irlandesi

Più informazioni su

San Romolo. Davvero tanti colori e tanta passione ieri 5 agosto al Festival dei Boschi a San Romolo.  Complice amico il bel tempo, molti e molte da Sanremo e un po’ da tutta la provincia, fino da Genova e Torino, sono venuti ieri al grande Prato, oltre 400 persone hanno partecipato alle attività proposte.

L’animazione musicale di Paolo Lizzadro, Carlo Ormea, Emmauel Biamonti e Fabio Berto è stata attiva tutto il giorno con due sessioni per imparare danze popolari in cerchio, in particolare occitane e irlandesi. Le officine artigianali hanno spaziato dalla cesteria, al macramé, alla lana ricevendo un’accoglienza entusiasta da parte di chi si è immerso dentro l’esperienza.

L’arte visiva si è mossa tra la pittura aborigena, la land-art e la pittura su tessuto con creazioni collettive che sono state esposte a conclusione del Festival. Le gite sia a piedi (Sanremo – Sanremo, da Bajardo a San Romolo, da San Romolo a Perinaldo e San Romolo – Monte Caggio andata e ritorno) sia in bicicletta sono state partecipate ed è bello pensare che tanti sentieri siano stati solcati tutti insieme in modo così pacifico con il gusto di entrare in contatto con la terra. Intorno alla storia multiculturale di molte piante del nostro territorio sono state cantate le storie dalla ormai nota figura del Cantastorie, che ha nome Daniel Delministro.

Non di meno, all’interno del Forno dove si sono svolti i laboratori per la produzione casalinga di pasta con le ortiche c’è stata l’animazione in dialetto sanremasco da parte della Compagnia Stabile Città di Sanremo a tema piante locali. E ancora conoscenza di piante locali nel pomeriggio, mentre sull’ora di pranzo il telescopio e altri strumenti astronomici a disposizione dei partecipanti con l’animazione dell’Associazione
“Stellaria”. Diverse attività solo per bambini e ragazzi dalla creazione di bellissimi mandala vegetali al martial – theatre ai giochi teatrali in cerchio o girotondi per i più piccoli. Richiesta fino a tarda ora l’arrampicata sugli alberi.

Nella conclusione il ricordo di Marina Muzi di “Stellaria” e la presentazione di un grande gomitolo solidale di oltre 3 km formato da catenelle di lana, intrecciate da molte persone di tutte le età della nostra provincia.
Nel ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile questa edizione del Festival, insieme al Comune Assessorato al Turismo e Manifestazioni e al Casinò di Sanremo, si ricordano i nostri volontari e volontarie, i nostri artisti, le Associazioni già citate “Compagnia Stabile Città di Sanremo” e “Stellaria” insieme all’Associazione “Steineriana” di Vallebona e “Riviera dei Fiori Outdoors” e poi la Protezione civile e i
Rangers d’Italia, insieme ad Amaie Energia per il materiale informativo per bambini. Un altro giro di danza tra 365 giorni.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.