Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ventimiglia, con la Porsche non assicurata investe una bambina e scappa

Pirata della strada denunciato dalla polizia

Più informazioni su

Ventimiglia. Una 23enne residente in Francia è stata denunciata dalla polizia di Stato per aver investito una bambina di 9 anni in una stazione di servizio di corso Limone Piemonte ed essersi poi allontanata, senza prestare soccorso alla piccola, a bordo della propria Porsche, tra l’altro priva di assicurazione.

Dalla ricostruzione dei fatti ad opera della volante intervenuta, alla guida della costosa autovettura una ragazza di 23 anni, residente in Francia. Con lei anche un trentenne residente in Italia. Dopo aver investito la bambina, il passeggero della Porsche, senza neanche scendere dall’auto, si sarebbe sincerato delle condizioni della bambina rivolgendosi in modo brusco ai genitori presenti ma, quando gli stessi gli avrebbero comunicato di voler chiamare la Polizia, avrebbe chiuso frettolosamente il finestrino e la macchina si sarebbe allontanata all’improvviso.

L’addetto dell’area di servizio, benché non avesse assistito in prima persona alla scena, ha riferito di aver sentito delle urla provenire proprio dal punto in cui sarebbe avvenuto l’impatto e di non aver visto nessuno scendere dall’autovettura per prestare soccorso alla bambina che lamentava dolori alla schiena. La piccola, per i traumi subiti, è stata trasportata all’ospedale di Sanremo, dove le è stato refertato un “trauma stradale anca sinistra senza segni di frattura”, con prognosi di 6 giorni.

Gli investigatori, rilevato il numero di targa della Porsche, hanno iniziato la ricerca della macchina, che è risultata essere priva di assicurazione. Le indagini hanno condotto gli agenti alla residenza del ragazzo, dove, poco dopo, giungeva l’auto in questione. I due occupanti hanno confermato quanto accaduto dicendo, però, di essere scesi dall’auto e di aver prestato soccorso alla ragazzina la quale, stando alle loro dichiarazioni, era stata solamente urtata dallo specchietto retrovisore della Porsche. La conducente dell’autovettura, sottoposta a fermo amministrativo, è stata denunciata su querela sporta dal padre della bambina, per il reato di lesioni personali stradali, articolo del codice penale introdotto a seguito della creazione della fattispecie dell’omicidio stradale.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.