Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

San Bartolomeo al Mare, Francesca Bonaita è la vincitrice del Premio Rovere d’Oro 2018

Ha ricevuto il voto unanime della Giuria presieduta da Stefano Maffizzoni, nonché il voto (non vincolante) del foltissimo pubblico presente

San Bartolomeo al MareFrancesca Bonaita (violino), 21 anni, di Milano, è la vincitrice del Premio Rovere d’Oro 2018 (Concorso Internazionale di Esecuzione Strumentale “Giovani Talenti” e “Premio Rovere d’Oro 2018“) di San Bartolomeo al Mare.

Ha ricevuto il voto unanime della Giuria presieduta da Stefano Maffizzoni, nonché il voto (non vincolante) del foltissimo pubblico presente. Durante la serata finale, sul Sagrato del Santuario di N. S. della Rovere, ha superato altri 4 straordinari artisti, Gloria Cianchetta (pianoforte, 19 anni di Piombino), Andrea Mariani (pianoforte, 21 anni di Lissone), Elisa Scudeller (violino, 18 anni, Conegliano Veneto), Petromila Jakas (violino, 35 anni di Zagabria, Croazia).

Francesca Bonaita, figlia d’arte (la madrea è pianista), sta perfezionando gli studi. Ha appena conseguito il Master Degree in Music Performance con il M. Sergei Krylov alla di Scuola Universitaria del Conservatorio della Svizzera Italiana a Lugano, ed è allieva di Salvatore Accardo all’Accademia Stauffer e all’Accademia Chigiana.

“Il Rovere d’Oro – ha detto dopo la premiazione - è un concorso straordinario, un trampolino di lancio per noi giovani che vogliamo fare del nostro talento una professione, un’occasione imperdibile per poterci confrontare con altri artisti provenienti da tutto il mondo”.

“E’ stata un’edizione del Rovere straordinaria - ha confermato il direttore artistico, Christian Lavernier - con artisti veri e non solo semplici esecutori. La Giuria ne ha apprezzato le qualità e ha voluto sottolineare le difficoltà nelle scelte. Sono molto soddisfatto anche della risposta del pubblico, che è sempre più attento e comprende la fatica e lo sforzo di questi ragazzi che dedicano ore e ore allo studio e alla preparazione”.

“Il Rovere non è solo un Concorso musicale, è anche uno strumento di promozione culturale e turistica – ha sottolineato il sindaco di San Bartolomeo al Mare, Valerio UrsoCome ha confermato il Presidente della Giuria, per i musicisti San Bartolomeo esiste per via del Rovere. Noi teniamo molto a questa manifestazione e da domani lavoreremo per la prossima edizione. Voglio ringraziare la signora Rita Romani Arimondo, che ha fondato e portato avanti il Rovere e che anche questa sera è qui insieme a noi ad emozionarsi ascoltando questi straordinari interpreti”.

Tra gli altri premi, la Giuria ha anche assegnato a Gloria Cianchetta (pianoforte, seconda classificata) il Premio speciale alla ”Miglior promessa musicale – Menzione d’Onore Com. Elvio Arimondo” che consiste in un concerto premio nella stagione sinfonica dell’Università Unituscia.

La Giuria del Rovere d’Oro era composta da: M° Leonardo Zunica, pianoforte, M° Floraleda Sacchi, arpa, M° Stefano Maffizzoni flauto, M° Eudoro Grade, chitarra, M° David Fons, viola.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.