Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pontedassio, Alessia e Viviana: due fotoamatrici di Villa Viani premiate al premio nazionale “A Lecca”

Hanno raccontato il loro territorio e la gente che vive il mondo rurale della Liguria occidentale

Pontedassio. Raccontare il loro territorio e la gente che vive il mondo rurale della Liguria occidentale. E raccontarlo per immagini. Si comincia per divertimento, poi ci si appassiona, si cerca di cogliere con l’ottica della macchina fotografica o anche del solo smartphone subito a portata di mano quello che l’occhio vede. E lo si vuole fissare nel tempo, sospendere l’attimo. È questo il tempo prezioso di due ragazze che abitano a Villa Viani.

Sposate con ragazzi del posto, madri di due figli. Un percorso comune che Alessia Martini e Viviana
Pissarello hanno intrapreso trovandosi poi accomunate dalla passione per il racconto visivo. Forse per gioco o sfida hanno inviato le stampe di due loro scatti al premio nazionale dell’associazione A Lecca. E, non senza loro sorpresa, sono state premiate.

Una grande soddisfazione, dunque, anche perché hanno interpretato il territorio che loro amano. Il concorso, come detto, è a livello nazionale. E l’associazione A Lecca, che si occupa del recupero della memoria e della storia della valle Impero, entroterra di Imperia Oneglia, annovera validi fotografi all’interno del suo nucleo fondativo.

La fama del concorso si è intanto diffusa e si notano molti evocativi scatti provenienti da ogni dove. L’interpretazione della valle Impero, cara ad Alessia, figlia dei luoghi, così come a Viviana, fiera delle sue origini dianesi, produce frutti. Viviana ottiene il premio per la migliore autrice nella categoria femminile. Il tema dato è quello del cammino, della memoria: antiche pietre di paese osservano il passo di un’anziana che non si rassegna.

Schermata 2018-07-01 alle 10.22.51

 

Da vera ligure, piegata nel fisico, ma non nella volontà. Un bastone del bosco come appoggio. Niente girelli o artifici “moderni”. È la Liguria, la storia di chi non si arrende. Alessia Martini ottiene il secondo premio per l’interpretazione del territorio della valle Impero. Le capacità atletiche di Alessia si traducono in una visione del passo della Cappelletta di Monte Acquarone colta dalla breve ascesa verso i cosiddetti “Monti Binelli”, di fatto inizio della via “marenca” di crinale, ancestrale via di interesse pastorale per i collegamenti con le Alpi ed il Piemonte.

Schermata 2018-07-01 alle 10.23.08

Di Alessia si apprezza la costruzione dell’immagine, ove appare decisivo lo sfruttamento del gioco di cornice naturale mediante un arbusto. Natura e presenza umana avvertita. Brave, dunque, Alessia e Viviana, che amano la loro terra e sanno interpretarla per farne patrimonio di tutti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.