Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ondata di calore: Arpal emette avviso meteorologico per la Liguria

Elevato disagio fisiologico

Più informazioni su

Liguria. Arpal ha emesso un avviso meteorologico relativo all’ondata di caldo che interessa la Liguria e all’elevato disagio fisiologico provocato dalle alte temperature su tutto il territorio regionale.
I valori termici, diffusamente al di sopra dei 30 gradi, uniti ai tassi di umidità (oggi, martedì 31, su valori medi; da domani, mercoledì 1, su valori medio alti), determineranno condizioni di disagio fisiologico per caldo. Per oggi secondo Arpal si attende un disagio moderato, che però, domani e giovedì 2 diverrà elevato.

L’avviso meteorologico nel dettaglio si può trovare all’indirizzo http://servizi-meteoliguria.arpal.gov.it/level2/meteoidrofree/vigilanzaAvviso.pdf

Il centro di competenza per la prevenzione dei danni da ondate di calore di Regione Liguria spiega in una nota che “se le previsioni fossero di giorno in giorno confermate, ci troveremmo di fronte ad una vera ‘ondata di calore’” che “costituisce un pericolo imminente per la popolazione in generale e in particolare per i soggetti suscettibili, fragili. È quindi indispensabile attuare tutti gli interventi di prevenzione: in caso contrario è facile sfociare in situazioni di grave pericolo per la salute”.
Il centro ricorda quindi alle strutture sociali l’obbligo di “attivare tutte le misure per prevenire eventuali danni da calore, ribadendo quanto riportato nell’avviso di ieri: la climatizzazione nelle aree dedicate alla degenza o almeno nelle sale di socializzazione e ristoro e nelle palestre regolando la temperatura intorno ai 24 gradi; in caso di climatizzazione limitate alle aree di socializzazione e palestre, far trascorre agli ospiti delle strutture almeno 8 ore diurne nelle aree climatizzate; monitorare lo stato di idratazione degli ospiti, garantendone una correzione tempestiva in caso di necessità; richiamare il personale sui segni che possono indicare un colpo di calore, attivando i protocolli di intervento; ricordare che le persone affette da deterioramento cognitivo sono particolarmente suscettibili ai danni da calore, sia perché non manifestano i segni della disidratazione, sia perché spesso in trattamento con antipsicotici che per l’attività anticolinergica riducono la sudorazione provocando ipertermie maligne; per lo stesso motivo considerare con attenzione la somministrazione per via generale di farmaci ad attività anticolinergica”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.