Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Imperia, ricatti hard via social network, vittime manager e semplici impiegati

La Postale: “Non pagate, peggiorerebbe la situazione”. Indagini a tappeto, basi in Nigeria

Più informazioni su

Imperia. Ricatti “hard” via Facebook a centinaia di account anche in Riviera. Vittime imprenditori, manager pubblici e privati, semplici impiegati.

“Se non paghi mandiamo alla lista dei tuoi amici di Facebook il video mentre stai in chat con me con tutto quello che dici e fai…”, questa la minaccia che corre sul web.

Le richieste in denaro vanno da 500 a 1.500 euro. La polizia postale è bersagliata da continue segnalazioni e denunce.

“Molti utenti dei social network si rivolgono a noi terrorizzati – confermano alla Postale di Imperia – perché la minaccia è reale. Ragazze giovani e avvenenti con una galleria di foto esplicite chiedono l’amicizia e poi piano piano inducono l’ignaro interlocutore a inscenare, diciamo, scene d’amore virtuali. Poi inviano il video e la lista degli amici della vittima, minacciando di estenderlo a tutti”.

L’appello della Postale è: “Non pagate perché tanto non servirebbe a fermare la minaccia, anzi peggiorerebbe la situazione”. Cosa fare quindi? “Restringere la privacy del proprio profilo e andare a fare denuncia, magari, anche solo per cautelarsi”.

Le vittime vengono anche invitate a diffondere un messaggio col quale si comunica di essere sotto attacco informatico e qualsiasi cosa si ricevesse dal proprio account non va aperta perché è un virus.

Indagini sono in corso in tutta Italia anche in provincia di Imperia, anche se finora le centrali scoperte si trovavano in Nigeria.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.