Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Imperia, conclusa la nona edizione del Filmcaravan festival foto

Le quattro serate hanno registrato il tutto esaurito, il pubblico si è avvicendato nella splendida cornice del parco di Villa Faravelli, dove è stata allestita una sala cinematografica all’aperto tra la vegetazione del giardino del museo

Imperia. Si è conclusa sabato 28 luglio M.A.C.I. – Museo Arte Contemporanea Imperia la nona edizione del Filmcaravan festival, manifestazione che, con la direzione artistica di Fabrizio Polpettini e l’organizzazione di Monique Martini, da anni porta ad Imperia progetti cinematografici di respiro europeo. La rassegna è stata realizzata in collaborazione con Comune di Imperia – Assessorato alla Cultura, con il coordinamento di Cooperativa CMC, società gestrice e responsabile delle attività del M.A.C.I., e con la collaborazione del Circolo Parasio.

Le quattro serate hanno registrato un tutto esaurito, con un pubblico entusiasta ed internazionale che si è avvicendato nella splendida cornice del parco di Villa Faravelli, dove è stata allestita una vera e propria sala cinematografica all’aperto, tra le palme e la vegetazione mediterranea del giardino del museo.

Negli affascinanti spazi esterni di Villa Faravelli – dimora storica del 1938 circondata da un ampio parco a picco sul mare e sede del M.A.C.I. – ha preso così vita la competizione internazionale dedicata ai cortometraggi d’autore, giunta ormai alla sua nona edizione.

Nel corso delle prime tre serate, il pubblico ha assistito a ben quattordici filmati in concorso, provenienti dall’Europa (Francia, Svizzera, Germania) ma non solo: in concorso anche produzioni dall’Australia, dagli Usa e da Taiwan.

Molte le prime italiane ed i registi presenti in sala, oltre ad una giuria internazionale e tutta al femminile: Marietta Von Hausswolff Von Baumgarten (sceneggiatrice svedese), Sara Rastegar (regista iraniana), Ruth Reid (produttrice scozzese)e Natacha Seweryn (programmatrice del festival Premiers Plans di Angers).

La serata conclusiva di sabato 28 luglio – svoltasi alla presenza del neo sindaco Claudio Scajola e di Maria Teresa Verda Scajola – si è aperta con l’assegnazione dei premi della giuria e del pubblico.

Ecco il palmarès :

– Primi Premi Exequo della giuria:

Si tu t’imagines di Julie Colly, Francia 2017 – 29 minuti – Prima italiana
Saule marceau di Juliette Achard, Francia 2017 – 34 minuti

– Menzione speciale:

Villa ventura di Roman Huben, Svizzera 2017 – 26 minuti – Prima italiana

– Premio del pubblico:

A di Joseph Houlberg, Ecuardor, Usa 2016 – 18 minuti – Prima italiana

La serata è continuata con i contributi video ed i collegamenti in diretta con i registi internazionali premiati e con l’intervento dei membri della giuria presenti in sala, e si è poi conclusa con la proiezione del film di chiusura Half life in Fukushima del duo italo-svizzero Mark Olexa e Francesca Scalise. Un ritratto elegante e contemplativo di due uomini che hanno deciso di restare a vivere nella terra di nessuno circostante il reattore di Fukushima dopo l’incidente nucleare.

Nell’occasione, è stato inoltre assegnata a un fortunato spettatore votante estratto a sorte una selezione di prodotti liguri.

Arte cinematografica e arte contemporanea dunque si sono unite in un contesto di significato, per concludere una quattro giorni di proiezioni, incontri, bellezza all’insegna del sincretismo artistico, che ha portato ad Imperia una panoramica della creazione cinematografica contemporanea, «artisticamente esigente, intellettualmente provocante», non priva di spunti politici, umoristici e letterari.

La presenza infine del punto bar “drink&food” a cura di ArteCafé ha accompagnato per tutte e quattro le serate gli spettatori, che hanno potuto bere un bicchiere e consumare una cena leggera a base degli ottimi prodotti liguri prima dell’inizio delle proiezioni, facendo così del parco di Villa Faravelli un vero e proprio luogo di incontro e ritrovo.

L’evento è stato patrocinato dal MIBACT (Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo), dall’UNESCO e dalla Regione Liguria e dalla città di Imperia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.