Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Imperia, Fratelli d’Italia: “Il prefetto dica ‘no’ alla manifestazione di domani a Ventimiglia”

"Nonostante i molti appelli da parte delle autorità locali la manifestazione a favore dell’accoglienza si terrà ugualmente con elevati rischi per la sicurezza e un danno economico per la città incommensurabile"

Imperia. Il partito Fratelli d’Italia si esprime in merito alla manifestazione No Border a Ventimiglia: “Nonostante i molti appelli da parte delle autorità locali tra cui il sindaco stesso della città di Ventimiglia Ioculano e di esponenti delle varie Istituzioni la manifestazione organizzata a per domani a favore dell’accoglienza si terrà ugualmente con elevati rischi per la sicurezza e un danno economico per la città incommensurabile.

Il 14 luglio infatti è festa nazionale in Francia e la città di Ventimiglia è tradizionalmente meta di migliaia di Francesi che approfittano della festa per recarsi in gita nella città di confine per fare acquisti nei tanti negozi e frequentare i molti ristoranti che offrono la cucina tipica locale.

Se già come Partito avevamo espresso la nostra totale contrarietà per la manifestazione di sabato 14 per motivi di opportunità e sicurezza, ora di fronte all’assenza totale di provvedimenti non possiamo che esprimere la nostra indignazione e disapprovazione: se inizialmente lo svolgimento della manifestazione poteva avere un connotato provocatorio ora pare aver assunto un connotato di sfida del tutto irriverente ed irrispettosa oltre a rappresentare un danno economico per i nostri operatori che meriterebbero sostegno e non disagi ingiustificabili”.

E’ quanto dichiara il portavoce regionale di Fratelli d’Italia Massimiliano Iacobucci unitamente all’assessore Gianni Berrino a proposito dei due eventi No Border che si terranno in questi giorni a Ventimiglia.

Se i No Border si propongono di manifestare contro le politiche repressive adottate soprattutto dalla Francia per fermare l’ondata migratoria, perché dobbiamo permettere loro di manifestare in Italia, a Ventimiglia vadano a manifestare in Francia.

Continuano Iacobucci e Berrino – “Ventimiglia è una città che da tempo subisce le conseguenze di una fallimentare politica di accoglienza e di gestione dei flussi migratori e che ormai non è più in grado di garantire il diritto alla sicurezza e alla tutela dell’ordine pubblico ai suoi cittadini che, comunque, hanno sempre dimostrato grande sensibilità al problema dei migranti e dell’accoglienza cosa che invece pare non dimostrare il governo d’oltralpe.

Quel governo che, tra l’altro, sembra mancare di rispetto e riguardo anche nei confronti di chi migrante non è, in particolare quando impone alla gendarmeria di fare severissimi controlli a chiunque oltrepassi il confine, causando notevoli disagi ai lavoratori transfrontalieri ed ai turisti costretti a lunghe ore di coda.

Proprio quei turisti – concludono Iacobucci e Berrino – che anche in occasione della festa nazionale francese potrebbero aiutare a rilanciare e far sopravvivere turismo e commercio da tempo in crisi anche a causa della massiccia e continua presenza di migranti.
Nella giornata di domani i dirigenti di FdI Fabrizio Cravero, Michele Gandolfi, Luca Lombardi, Ino Isnardi, Francesco Galluccio con Iacobucci e Berrino incontreranno l’on. Monica Ciaburro con la quale valuteranno iniziative politiche e parlamentari sul tema.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.