Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

FdI Sanremo: “Ben venga la decisione di realizzare un nuovo polo scolastico a Pian di Poma”

"Ci auguriamo che questo progetto possa concretizzarsi e che non si tratti, invece, dell’ennesimo annuncio mediatico da campagna elettorale da parte dell’amministrazione Biancheri"

Sanremo. “Ben venga la decisione di realizzare in località Pian di Poma un nuovo polo scolastico dove trasferire l’Istituto Ruffini –Aicardi, ospitato nella scuola Pascoli, un edificio ormai fatiscente che presenta gravi problemi e carenze di tipo strutturale e che necessita di una serie di interventi urgenti per l’adeguamento alle normative antisismiche e di sicurezza“.

E’ quanto dichiarano Michele Gandolfi, portavoce cittadino di Fratelli d’Italia e i consiglieri comunali Luca Lombardi e Gianni Berrino in merito al progetto del nuovo polo scolastico con cui il Comune di Sanremo parteciperà al bando regionale per l’edilizia scolastica.

Ci chiediamo, però, – continuano gli esponenti di Fratelli d’Italia – che cosa abbia spinto l’Amministrazione matuziana a scegliere l’area di Pian di Poma solo ora e non nel 2015 quando, in occasione della trattazione del PUC Fratelli d’Italia, esprimendo il suo dissenso alla destinazione esclusivamente turistico – sportiva, propose di potenziare l’area a sud-ovest con l’inserimento di strutture che accogliessero sia l’edificio scolastico sia gli impianti sportivi in stile “campus” come, peraltro, prevedevano gli strumenti urbanistici predisposti dalle precedenti amministrazioni di centro destra.

Naturalmente la proposta non fu accolta e le motivazioni addotte dalla maggioranza e dalla Giunta in Consiglio comunale furono giustificate da dichiarazioni tipo: “Il discorso della scuola…avrebbe comportato molti più problemi e quindi abbiamo ritenuto che fosse più fattibile realizzare magari il discorso sport…” (consigliere Robaldo) o, “Spostare tutte le scuole credo sia una cosa molto complicata che poi, ovviamente, secondo noi, avrebbe impoverito fortemente il centro città…” (ex Assessore all’urbanistica Emanueli).

Ora, anche alla luce del progetto dell’Architetto Gambin, molto interessante perché è anche a basso impatto ambientale dato l’interramento di parte dell’edificio scolastico e la presenza di un giardino pensile di copertura, il quale si eleva dal profilo naturale del terreno solo di 4 metri, siamo ancora più convinti che si poteva realizzare, in un unico contesto, un campus, integrandolo con un Palazzetto dello sport nell’area a sud/sud-est della scuola utilizzando per la sua realizzazione gli stessi criteri architettonici – strutturali e le stesse tecniche progettuali per salvaguardare il paesaggio e migliorare l’impatto ambientale.

Certamente il risultato finale, nel suo insieme, sarebbe stato più organico e molto meno impattante di quanto progettato per la realizzazione di quel Palazzetto dello sport che dovrebbe sorgere nell’area attualmente riservata ai camper di cui progetto – già approvato dalla Giunta – prevede una struttura di forma rettangolare paragonabile ad una costruzione prefabbricata senza alcuna personalità architettonica, con una copertura che nel punto massimo di altezza raggiunge i 14 metri.

Per questi motivi, pur apprezzando il nuovo progetto della scuola in località Pian di Poma, non possiamo esimerci dal constatare che l’amministrazione, oltre a contraddire le sue scelte iniziali, ha dimostrato, ancora una volta, mancanza di coerenza politica ed amministrativa oltre che di capacità di confronto. Ci auguriamo – concludono Gandolfi, Lombardi e Berrino – che questo progetto possa concretizzarsi e che non si tratti, invece, dell’ennesimo annuncio mediatico da campagna elettorale – visto che ormai è ufficialmente partita – da parte dell’amministrazione Biancheri”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.