E’ cordoglio per la morte di Simone Paese: l’autista Rt vittima di un incidente in moto a Tenda

Era iscritto al Ducati Club dell'estremo ponente ligure

Tenda. Era un appassionato di moto, Simone Paese: il 38enne originario di Imperia e abitante ad Olivetta San Michele, nell’entroterra di Ventimiglia. Lavorava come autista della Riviera Trasporti ed era iscritto al Ducati Club dell’estremo ponente ligure.

E’ morto ieri, in sella alla sua Ducati Street Fighter rossa fiammante in un incidente avvenuto sulla Strada Statale 20 del col di Tenda tra Vievola e Tenda, in territorio francese. L’uomo viaggiava in sella alla propria Ducati in direzione Ventimiglia quando, dopo essere uscito dal tunnel di Tenda, avrebbe superato una vettura spostandosi sulla sinistra della carreggiata.

In quel frangente, però, stava sopraggiungendo un’auto condotta da un 88enne monegasco. Lo scontro è stato inevitabile. Il 38enne è morto sul colpo. Illeso, ma sotto choc, l’automobilista.

Ai carabinieri di Imperia, avvertiti dalle autorità francesi, ieri è spettato il doloroso compito di informare la famiglia di Simone della tragedia occorsa.