Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanremo, bando selezione pubblica per 5 agenti di polizia municipale e locale

La domanda di partecipazione alla selezione, redatta in carta semplice secondo lo schema allegato, dovrà essere presentata entro il 19 luglio

Sanremo.  E’ indetta una selezione pubblica, per esami, per l’assunzione stagionale ex art. 208 del codice della strada – con rapporto di lavoro a tempo pieno e determinato per la durata massima di cinque mesi – di n. 5 unità in profilo di “Agente di polizia municipale e locale”, categoria C.

Il bando è pubblicato in G.U. n. 48 del 19 giugno 2018 e qui allegato: SELEZIONE AGENTI CPM 2018
Si trova anche nel sito istituzionale del Comune di Sanremo in “Amministrazione Trasparente, Bandi di Concorso, Concorsi Attivi” e nella home page.
Scadenza: 19 luglio 2018
La domanda di partecipazione alla selezione, redatta in carta semplice secondo lo schema allegato, dovrà essere presentata:

– direttamente all’Ufficio Protocollo del Comune
– ovvero mediante lettera raccomandata a.r. a mezzo del servizio postale all’indirizzo: Comune di Sanremo, c.so Cavallotti n. 59, 18038 Sanremo
– oppure alla casella di posta elettronica certificata (PEC) comune.sanremo@legalmail.it. unicamente da indirizzo di pec.
In tal caso, la domanda di partecipazione alla selezione recante la firma e la copia del documento di identità in corso di validità dovranno essere acquisite mediante scanner (scansionate) e inviate come allegato al messaggio di trasmissione per via telematica.
Il bando viene emanato nel rispetto del decreto legislativo 11 aprile 2006, n. 198 e dell’art. 57 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 e successive modificazioni ed integrazioni, che garantiscono la pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro.
Ai sensi dell’art. 1 della legge 28 marzo 1991, n. 120, la condizione di privo della vista comporta inidoneità specifica in considerazione delle mansioni attinenti il profilo professionale del posto di cui trattasi che prevedono, tra l’altro, servizi di vigilanza.

Le assunzioni sono subordinate alla verifica del rispetto dei vincoli finanziari e assunzionali cui sono vincolati gli enti locali secondo le disposizioni normative nel tempo vigenti.
I requisiti richiesti per l’ammissione alla selezione sono i seguenti:
a) avere compiuto il diciottesimo anno di età e non aver ancora compiuto il
quarantaduesimo
b) cittadinanza italiana, in quanto alcune funzioni proprie della figura professionale in
oggetto rientrano tra quelle per le quali, ai sensi dell’art. 2, lett. a) del D.P.C.M. 7
febbraio 1994, n. 174, non si può prescindere dal possesso della cittadinanza italiana.
Sono equiparati ai cittadini gli italiani non appartenenti alla Repubblica
c) titolo di studio: “Diploma di scuola media superiore (corso di studi quadriennale o quinquennale)”
d) possesso della patente di guida di categoria A conseguita da almeno due anni (il possesso della patente di guida di sottocategoria A1 non soddisfa il requisito) e della patente di categoria B o della sola patente di guida di categoria B se rilasciata anteriormente al 26.04.1988
e) godimento dei diritti civili e politici
f) non essere a conoscenza di procedimenti penali in corso e non aver subito condanna a pena detentiva per delitto non colposo o non essere stato sottoposto a misura di prevenzione
g) non essere stato espulso dalle Forze armate o dai Corpi militarmente organizzati o destituito dai pubblici uffici o licenziato per giusta causa o giustificato motivo dal pubblico impiego
h) non trovarsi nella condizione di disabile di cui alla legge n. 68/1999
i) non essere stati ammessi al servizio militare sostitutivo in qualità di “obiettori di coscienza” o, in alternativa, aver rinunciato allo “status” di obiettore ai sensi dell’art. 636, comma 3, D.Lgs. 15 marzo 2010, n. 166, mediante apposita richiesta di rinuncia presentata all’Ufficio Nazionale per il Servizio Civile
l) non avere impedimenti per scelte personali che escludano o limitino il porto e l’uso delle armi
m) essere in possesso dell’idoneità fisica a svolgere incondizionatamente le mansioni proprie del posto da ricoprire, in particolare la normalità del senso cromatico, luminoso e del campo visivo nonché la percezione della voce sussurrata a 6 metri da ciascun orecchio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.