Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Più sicurezza a Sanremo, il sindaco Biancheri: “Fatto tutto quanto è nelle nostre possibilità”

Le considerazioni del primo cittadino e del presidente del consiglio comunale Il Grande a proposito della richiesta di potenziamento degli organici delle forze dell'ordine da parte di Fratelli d'Italia

Sanremo. Con una nota ufficiale il sindaco Alberto Biancheri e il Presidente del Consiglio comunale Il Grande interviene in riferimento all’ordine del giorno avanzato dal gruppo consiliare Fratelli d’Italia circa la richiesta di potenziamento degli organici di polizia dopo i fatti di piazza San Bernardo nella quale, alcuni giorni fa, c’è stato un regolamento di conti nel mondo dello spaccio.

L’Amministrazione comunale ha più volte richiesto, nel corso degli ultimi anni, un rafforzamento dell’organico della Polizia di Stato, anche con una missiva al Ministero dell’Interno, oltreché direttamente con un colloquio al Ministero stesso. Ma al di là delle richieste avanzate nella sede competente, il Comitato Provinciale per la Sicurezza e l’Ordine pubblico, la facoltà di incrementare le forze di Polizia sul territorio non dipende, come è noto, dall’Amministrazione comunale ma da scelte dello Stato centrale, su cui peraltro negli ultimi anni ha pesato il perdurare della complessa situazione della vicina Ventimiglia, verso cui sono stati destinati reparti di ulteriore rinforzo negli ultimi anni, a scapito dei territori limitrofi.

L’Amministrazione, tuttavia, non si è mai fermata, né si è mai arresa di fronte a scelte che non dipendevano dall’ente comunale. Al contrario, negli ultimi anni abbiamo sempre portato avanti con grande determinazione tutta una serie di provvedimenti mai adottati prima a Sanremo, utili a prevenire o a colpire fenomeni criminosi. Su tutti, ricordiamo il rafforzamento e completamento del nuovo circuito di videosorveglianza cittadino con telecamere ad alta definizione – che ha già permesso la risoluzione di molti illeciti più o meno gravi – lo studio di fattibilità per un suo ulteriore ampliamento anche alle frazioni e, più recentemente, l’adozione all’interno del regolamento di Polizia Urbana dell’ente del cosiddetto decreto Minniti, propedeutico all’attuazione dei Daspo urbani. Infine, stiamo per completare l’iter per l’assunzione di 8 agenti di Polizia Municipale a tempo determinato (di cui 3 già assunti), più altri 5 successivamente a tempo indeterminato, che andranno a rinforzare l’organico di Polizia Locale. Tutti provvedimenti che volevamo perseguire, che dipendevano da nostre scelte e che abbiamo portato a termine con determinazione.

E’ indubbio però, e su questo concordiamo con i consiglieri comunali di Fratelli d’Italia, che sia molto importante procedere parallelamente all’implementazione dell’organico delle Forze dell’Ordine per un miglior presidio del territorio, utile a prevenire fatti come quello di pochi giorni in Piazza San Bernardo. Tale opzione, lo ribadiamo, dipende da scelte e politiche dello Stato centrale, del Governo.

Siamo certi che questo Governo, che tanto si è speso in campagna elettorale in materia di sicurezza, saprà dare luogo in tempi brevi alle tante promesse fatte negli ultimi mesi. A cominciare da un forte potenziamento degli organici delle Forze dell’Ordine, passando per la definitiva risoluzione della situazione di Ventimiglia, fino ad arrivare a rapide espulsioni di soggetti extracomunitari che si rendono protagonisti di reati.

Tutte dinamiche, annunciate dalle forze di governo, che concorrerebbero a delineare una situazione ottimale in termini di sicurezza e di presidio del territorio e che ora attendono una decisa risposta con provvedimenti concreti. Qualora a tali annunci non dovessero fare seguito provvedimenti concreti da parte del Governo, o qualora queste tematiche non dovesse rientrare prioritariamente nell’agenda dei Ministeri competenti, siamo certi che Fratelli d’Italia farà sentire la sua voce prioritariamente là dove possono essere indirizzate ed influenzate le politiche governative: il Parlamento.

Noi, di concerto, continueremo invece instancabilmente a portare avanti questa causa nei tavoli di confronto con le competenti autorità locali a cui presto prenderemo parte, anche a seguito di una nostra richiesta già avanzata”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.