Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ospedaletti, la “De Amicis” chiude l’anno tra performance teatrali e sfide a pallavolo contro i prof. foto

Tante le iniziative con cui gli studenti della scuola secondaria hanno festeggiato la fine della scuola

Ospedaletti. Grande partecipazione per lo spettacolo del laboratorio teatrale della scuola secondaria di primo grado “E. De Amicis” , tenutosi venerdì pomeriggio presso la palestra.

Quest’anno l’Istituto Sanremo Ponente, di cui fa parte il plesso di Ospedaletti, ha partecipato al progetto PON del Ministero della Pubblica istruzione, finanziato dall’Unione europea per favorire una scuola più creativa con attività di potenziamento e di recupero aperte a tutti gli studenti.

Nello specifico la “De Amicis” ha organizzato tre corsi pomeridiani: il corso di recupero di matematica (curato dalla profesoressa Valentina Ghigo e dal professor Cristian Bonacini), il corso di difesa personale (a cura del maestro di judo Giacomo Bovenzi dell’associazione Yoshin Ryu) ed il laboratorio teatrale. Complessivamente hanno partecipato 70 alunni e 5 insegnanti.

Per quanto riguarda il laboratorio teatrale si è svolto in 4 mesi nelle ore pomeridiane una o due volte a settimana. I ragazzi hanno partecipato a tutte le fasi di preparazione dello spettacolo e soprattutto hanno appreso che uniti si può produrre qualcosa che invece singolarmente non sarebbe mai stato possibile: infatti alcuni, seguiti dal professor Giorgio Mori e dalla professoressa Manuela Giraudo, hanno preparato le parti recitate de “Il Piccolo Principe” di Antoine De Saint Exupèry, altri, coadiuvati dalla professoressa Renata Zanon, hanno costruito integralmente la scenografia, altri ancora hanno curato gli aspetti tecnici, diretti dal professor Claudio Letizia, dal professor Fulvio Corradi e dagli studenti dell’Itis di Imperia ed infine gli alunni delle classi prime, diretti dalla professoressa Liliana Flora, hanno cantato nel coro. In totale allo spettacolo teatrale hanno preso parte 56 alunni.

I ragazzi si sono presentanti al pubblico ballando e cantando sulla musica di “Che bello ballo”, un brano scelto perché ben si adatta allo spirito del laboratorio. Nelle parole del ritornello si dice infatti che è bello mettersi in gioco, che non bisogna avere paura, che ognuno ha dei sogni e passo dopo passo li può realizzare. Lo spettacolo è proseguito con due scenette: la prima di carattere comico e d’improvvisazione, recitata da alcuni studenti delle classi terze; la seconda incentrata sullo slogan “NO al bullismo: l’unione fa la forza”, messa in scena da alcuni alunni della classe 1A.

La prima parte dello spettacolo si è conclusa con un balletto interamente ideato e realizzato da alcune ragazze delle classi 1B e 3B sulla celebre musica “All night”. La seconda parte dello spettacolo è stata dedicata alla messa in scena de “Il Piccolo Principe”. La scelta è ricaduta su questo libro perché può essere definito senza età: si rivolge infatti ai bambini, ma anche a quei grandi che hanno ormai perso il candore dell’infanzia. L’autore invita gli adulti a non perdere il loro animo da fanciulli, e soprattutto a dare importanza all’amore a all’amicizia. Il testo è stato suddiviso in tre atti e in ognuno di essi il piccolo principe è stato interpretato da tre attori diversi. Al termine dello spettacolo i giovani interpreti hanno ringraziato gli spettatori, tutti i professori che li hanno seguiti durante il laboratorio, la dirigente dell’Istituto Comprensivo Sanremo Ponente Silvia Colombo e la vice preside Patrizia Andolfo.

Lunedì 11 giugno seguiranno altre due repliche: una al mattino rivolta al Sindaco e all’Amministrazione comunale di Ospedaletti, a tutti gli studenti e gli insegnanti della scuola, e una nel pomeriggio messa in scena appositamente per i genitori degli alunni coinvolti.

Per gli studenti delle classi terze la giornata è proseguita fino a tarda sera con la “Notte bianca del plesso di Ospedaletti”, iniziativa apprezzata dai genitori ma soprattutto dagli alunni al fine di salutare insieme ai propri compagni e professori la conclusione di un importante ciclo di studi, prima di concentrarsi sull’esame di stato che inizierà la prossima settimana. Durante la notte bianca i ragazzi hanno preso parte ad un torneo di pallavolo giocando contro i loro professori, hanno cenato tutti insieme ed infine, divisi in due squadre, hanno svolto dei giochi rispondendo a delle domande inerenti ai programmi scolastici di tutte le materie. Alle ore 22.30 i genitori sono venuti a prendere i propri figli a scuola, stanchi ma soddisfatti di questa bella giornata.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.