Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ospedaletti Calcio, Alan Carlet è il nuovo allenatore della prima squadra foto

Raccoglie il testimone lasciato da Roberto Biffi

Più informazioni su

Con questa nota ufficiale l’Ospedaletti Calcio dà il benvenuto al nuovo allenatore della prima squadra Alan Carlet che raccoglie il testimone lasciato da Roberto Biffi.

Proveniente dal Bordighera, Carlet è un professionista del pallone con oltre 280 presenze tra i professionisti.

“La società vuole investire su Alan Carlet – spiega il direttore sportivo Roberto Borgese -, perché è un allenatore emergente ma che ha dimostrato da subito una grande voglia di fare. Con lui vogliamo portare avanti un ragionamento sul medio periodo, ponendoci l’obiettivo di elevare la squadra a livelli ancora superiori”.

Il presidente Luca Barbagallo“Come dirigenza da alcuni anni stiamo puntando l’attenzione sul settore giovanile, investendo molto sui ragazzi per fornire loro la preparazione fisica e mentale necessaria a spiccare molto velocemente il volo verso la prima squadra e, ci auguriamo, tra i professionisti.

A mister Carlet chiediamo per prima cosa di lavorare tenendo la bussola puntata su questo progetto”.

Le prime parole di mister Alan Carlet all’arrivo ad Ospedaletti: “Volevo ringraziare innanzitutto il Bordighera, a partire dal presidente Laganà, il Ds Giuseppe Ierace e il direttore generale Foti, per l’opportunità che mi hanno dato l’anno scorso. Se ho potuto mettere in mostra le mie qualità in veste di allenatore lo devo a loro.

Ancora un plauso ai ragazzi e un grazie sincero a mister Ambesi per avermi lasciato le redini della squadra.

Sono davvero contento di diventare parte degli Orange. Subito dopo la fine del campionato c’è stato uno scambio tempestivo di contatti e questo mi gratifica ancora di più.

Ora sta a me cercare di migliorare ancora e fare il massimo per dare spazio ai giovani, una mission alla quale la società tiene molto.

Ospedaletti è una piazza importante dove non si gioca per salvarsi. La convinzione che devono avere in testa i giocatori era e deve essere solo una: dare il massimo per disputare un buon campionato.

Al mio fianco ci saranno Ivano Teti, con cui ho collaborato la scorsa stagione, e Paolo Lamberti. Le premesse non potevano essere migliori”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.