Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Luca Lanteri al convegno “Oltre la stagione, la Liguria e il turismo accessibile dodici mesi”

"E' sotto gli occhi di tutti il fatto che autostrade e ferrovie siano insufficienti. E senza una rete di comunicazione adeguata alle esigenze, i progetti di estendere e migliorare l'offerta turistica rischiano di portare solo modesti risultati"

Imperia. Scrive il candidato sindaco di centrodestra Luca Lanteri.

“E’ necessario estendere l’accoglienza e migliorare l’offerta turistica imperiese per far sì che Imperia non veda compromesse le occasioni di crescita e sviluppo.
Siamo convinti della necessità di queste azioni, pronti al massimo impegno, ma è necessario anche sostenere un adeguamento delle infrastrutture,
altrimenti ogni iniziativa di rilancio potrebbe risultare di portata modesta e provvisoria.

Nei giorni scorsi ho voluto partecipare assieme alla candidata consigliera, Iolanda Contestabile, al convegno “Oltre la stagione, la Liguria e il turismo accessibile dodici mesi”, organizzato dalla Fist e Fisascat Cisl Liguria e Imperia Savona, al Casinò di Sanremo. In quell’occasione, tanto io quanto la candidata Contestabile, abbiamo potuto comprendere l’esatta portata dell’accordo, primo ed unico in Italia (il Patto del Lavoro per il Turismo), che la Regione Liguria e i sindacati hanno siglato di recente. Si tratta di circa 10 milioni di Euro di finanziamenti a diverso titolo (tra cui nuovi progetti di destagionalizzazione) che la Regione Liguria ha deciso di erogare.
Quello stesso Convegno è valso però a comprendere anche un rischio che Imperia e la Liguria in generale corrono, perseverando nel turismo tradizionale, non di sistema e non strategico: la competizione con i Paesi stranieri del Mediterraneo, anche del Nord Africa (in lenta ma progressiva ripresa), potrebbe per noi risultare perdente a breve/medio termine.
Il progetto di estensione della stagione – che il Patto del Lavoro per il Turismo prevede di finanziare – è un’iniziativa lungimirante e vantaggiosa per imprese e lavoratori: un “treno” che non dovremmo perdere. Ma da sola, quest’iniziativa, non basta. Le gravi carenze infrastrutturali della Liguria, rischiano di ostacolare ogni impresa che miri allo sviluppo (non solo turistico) e alla crescita. E’ sotto gli occhi di tutti il fatto che autostrade e ferrovie siano insufficienti. E senza una rete di comunicazione adeguata alle esigenze, i progetti di estendere e migliorare l’offerta turistica rischiano di portare solo modesti risultati.
Come candidato Sindaco di Imperia, assieme alla candidata consigliera Contestabile, ci siamo ancor più convinti della necessità di produrre un forte impegno, soprattutto a fianco della Regione, a sostegno della realizzazione di quelle opere infrastrutturali vitali per il nostro futuro e quello dei nostri figli, quali fra tutti il completamento del raddoppio ferroviario, il prolungamento dell’Aurelia Bis, l’estensione della pista ciclo-pedonale di Ponente. Sono azioni che condurremo con forza per stimolare le nostre Istituzioni e permettere ad Imperia di rilanciarsi economicamente, di tornare competitiva, dinamica e vitale”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.