Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

L’amicizia tra Alberto di Monaco e Dolceacqua diventa inscindibile, il principe nominato cittadino onorario fotogallery

Questa mattina la cerimonia ufficiale nel borgo dei Doria alla presenza di molti Sindaci imperiesi

Dolceacqua ha nuovamente un principe, ma con gli stessi diritti di un cittadino comune. Questa mattina si è tenuta nel borgo dei Doria la cerimonia ufficiale con la quale il sindaco Fulvio Gazzola ha proclamato cittadino benemerito Alberto II di Monaco.

riviera24 - Alberto di Monaco a Dolceacqua

Dopo i discorsi del Sindaco e del Principe riguardo la vicinanza tra i Doria e la famiglia Grimaldi, c’è stato lo scambio dei doni: la pergamena con la cittadinanza onoraria e lo scambio delle targhe. Il primo cittadino ha motivato così la decisione di conferire la cittadinanza onoraria: “A parte il legame storico tra le famiglie dei Doria e dei Grimaldi, il motivo per cui abbiamo deciso di conferire la cittadinanza al Principe Alberto, consiste nello scambio di visite ed eventi, che dal 2013 ha portato visibilità al nostro paese, anche in termini di afflussi turistici. E’ stato fautore di contatti con diverse istituzioni monegasche con le quali il Comune ha trattenuto e trattiene tuttora rapporti proficui. Inoltre, la sua presenza assidua a Dolceacqua ha di certo contribuito di molto alla crescita turistica che si è verificata in questi anni”.

La storia del Comune di Dolceacqua è legata a due importanti famiglie: i Doria e i Grimaldi” - ha spiegato Gazzola – “Seppur in passato i rapporti sono stati anche un po’ turbolenti, oggi non è più così. Anzi, nell’attuale periodo di crisi mondiale, tra il Principato e il nostro territorio i rapporti si sono consolidati ancora di più e resi concreti regalando ai nostri giovani opportunità di lavoro. Siamo onorati che il principe Alberto abbia accettato di diventare cittadino onorario del nostro Comune”.

“Sono molto felice di celebrare il passato e anche il presente e di guardare al futuro con fiducia” - ha dichiarato il Principe di Monaco, parlando dei rapporti tra due grandi famiglie, quella dei Doria e “la mia famiglia, i Grimaldi. Ci sono stati nel passato episodi un po’ drammatici, ma ci sono anche storie molto belle. La cittadinanza è un modo di forgiare questa amicizia, che ha un carattere quasi familiare, con Dolceacqua e il suo sindaco, Gazzola, capace di valorizzare il patrimonio storico del suo comune e di guardare lontano. Sono spinto da una motivazione storica a conoscere i luoghi del passato dei Grimaldi e ad aiutarli a valorizzare il loro patrimonio attraverso l’associazione Siti Storici Grimaldi”.

Sul palco sono saliti anche il figlio di Walter Chiari, Simone Annicchiarico, e il comandante provinciale dei carabinieri, il colonnello Andrea Mommo, per ricordare le altre due cittadinanze onorarie concesse nella storia di Dolceacqua: quella a Walter Chiari e all’Arma dei carabinieri. Il Principe di Monaco è perciò il terzo della storia del bordo a ricevere questa onorificenza.

Un contributo di ventimila euro che il Principe ha versato per la locale pista ciclabile, il concerto dell’Orchestra dei Carabinieri del Principato, l’allestimento della sala Doria-Grimaldi nel castello, l’esposizione del polittico di Santa Devota a Montecarlo, il rally di auto ecologiche e altro ancora: Alberto di Monaco ha fatto molto per il Comune di Dolceacqua e per questo è stato onorato della cittadinanza.

Tantissime persone hanno accolto il Principe che ha visitato il borgo. Passeggiando lungo le vie si è fermato a salutare i residenti e i bottegai locali. Infine ha presenziato all’inaugurazione ufficialmente del recupero della Pittura Muraria dedicata ad Andrea Doria e alla presentazione nel Castello dei Doria dell’evento Monet 2019.

Una grande amicizia, quella tra il sindaco Gazzola e sua altezza serenissima, invitato dal primo cittadino del “Borgo dei Doria” anche allo spettacolo pirotecnico-musicale dello scorso anno, al quale ha assistito dal balcone della suocera di Gazzola. Un’amicizia che si è rivelata proficua per Dolceacqua, con una ricaduta positiva in termini di immagine turistica.

Dopo secoli, dunque, un discendente della famiglia Grimaldi torna ad essere cittadino di Dolceacqua: come quando Francesca Grimaldi sposò Luca Doria, unendo i due casati.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.