Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La Liguria tra i grandi protagonisti del villaggio Coldiretti a Torino foto

Muretti a secco ricostruiti, olivo taggiasco portato al centro dei Giardini Reali e lavanda ligure a colorare la Fontana dei Tritoni

Liguria. Muretti a secco ricostruiti, olivo taggiasco portato al centro dei Giardini Reali e lavanda ligure a colorare la Fontana dei Tritoni: ecco parte della scenografia del Villaggio Coldiretti, evento che ha avuto tra i grandi protagonisti le aziende della Liguria e le eccellenze del nostro territorio, e che ha richiamato nel cuore di Torino oltre 700 mila persone in soli tre giorni.

La stima, confermata dalla Questura sulla rassegna #stocoicontadini, la rende nota Coldiretti che in collaborazione con le Federazioni del Piemonte, della Liguria e della Valle D’Aosta ha realizzato questo grandissimo evento, dove sono stati occupati, tra piazza Castello e i Giardini Reali Superiori, trentamila metri quadrati di mercati, aree del gusto, street food, stalle, agriasili, fattorie didattiche, orti, antichi mestieri, pet therapy, laboratori, trattori e nuove tecnologie e workshop, con circa 200 stand e oltre ventimila agricoltori provenienti dalle tre Regioni, dal Nord Italia e dalle aree terremotate.

Decine di migliaia sono stati i bambini che hanno invaso l’area riservata ai più piccoli che nell’agriasilo e nella fattoria didattica hanno imparato a impastare il pane, a zappettare l’orto e a riconoscere le diverse varietà di piante, il tutto con l’assistenza dei tutor e delle agritate della Coldiretti e di Campagna Amica. Grande successo anche per il “battesimo della sella” promosso dai carabinieri forestali con i cavallini di Monterufoli. L’area più “gettonate” è stata la fattoria degli animali dove gli splendidi esemplari di mucche, cavalli, asini, maiali, polli, tacchini e conigli hanno attirato l’attenzione di grandi e bambini, con una notazione particolare alla minuta Pezzata Rossa Oropa e alla Cabannina considerata a rischio di estinzione fino all’asino Pantesco di Pantelleria che ha entusiasmato soprattutto i più piccoli.

Pieno successo si è registrato anche per gli acquisti dei prodotti nel più grande mercato Campagna Amica, che ha visto una grandissima e continuata affluenza di consumatori interessati al buon cibo italiano a km zero e alle particolarità dei territori presenti: le eccellenze liguri andavano dalle olive taggiasche al basilico genovese DOP, dal pesce a miglio zero al miele, dai fiori della nostra riviera allo zafferano e spezie, dai salumi fino ai prodotti ortofrutticoli, dolci succhi e conserve, tutti prodotti andati a ruba che hanno costretto i produttori a doversi rifornire anche più volte al giorno.

“E’ stato un evento molto partecipato – afferma il presidente di Coldiretti Liguria, Gianluca Boeri – che ha dimostrato il crescente interesse che il consumatore nutre verso il buon cibo e i prodotti Made in Italy. Le aziende liguri presenti hanno registrato numeri record con il riso e la pasta al pesto nell’area ristoro andato a ruba, 10.000 coppette di gelato 100% agricolo vendute e una tonnellata di pesce degustato presso il punto streetfood delle acciughe e gamberi fritti. Ma non solo: anche le aziende presenti al mercato Campagna Amica hanno avuto modo di far scoprire al consumatore il nostro territorio e le sue produzioni d’eccellenza”.

“Il successo del Villaggio contadino – afferma il Delegato Confederale Bruno Rivarossaè la testimonianza dell’enorme crescita della sensibilità degli italiani verso stili di vita sani e in equilibrio con la natura per i quali l’agricoltura nazionale può offrire i primati conquistati nella qualità, nella sostenibilità ambientale e nella sicurezza alimentare a livello europeo e mondiale. Sono stati tre giorni all’insegna della vera campagna italiana, dove si è potuto toccare con mano il vero Made in Italy e dove si è discusso di tematiche importanti per la nostra economia e società. Ma non si parla solo di agricoltura: un importante momento di solidarietà si è avuto con l’iniziativa “Spesa sospesa” di Coldiretti, Campagna Amica e Caritas, dove i visitatori hanno potuto lasciare pagati frutta, verdura, formaggi, salumi e ogni tipo di genere alimentare per i più bisognosi, raccogliendo alla fine oltre una tonnellata di cibo 100% italiano. è stata un’importante iniziativa che in tempi di crisi come questo, danno la possibilità di essere d’aiuto a molti.”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.