Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Imperia, dopo una lite per una ragazza investe con l’auto due giovani: denunciato per tentato omicidio

Nel sangue, un tasso alcolemico tre volte superiore alla norma

Più informazioni su

Imperia. “Li ho investiti volontariamente”. Agli agenti della polizia di Stato che lo hanno fermato, un trentenne italiano, residente nell’entroterra sanremese, non ha tentato di giustificarsi: quei due ragazzi appena 18enni, un italiano e un tedesco, li aveva investiti di proposito dopo un presunto sgarbo: un apprezzamento di troppo nei confronti di una amica dei due giovani.

E’ successo la scorsa notte, sul lungomare Vespucci, nei pressi del locale McDonald. Sul posto è intervenuta una pattuglia di polizia della Questura alla quale era stato segnalato un grave incidente automobilistico.

Al loro arrivo i poliziotti hanno trovato due diciottenni feriti, riversi a terra in una pozza di sangue. Tutt’attorno gli amici degli investiti, testimoni di quanto era appena successo. Raccogliendo, a caldo, le testimonianze degli amici dei due giovani feriti, i poliziotti hanno appresa di una lite avvenuta poco prima tra un giovane poco più che trentenne e i due feriti per un apprezzamento di troppo nei confronti di una loro amica. Da qui, il trentenne, raggiunta la sua autovettura, ha intercettato il gruppo e si è diretto contro di loro, investendo i due giovani.

L’investitore subito individuato dai poliziotti era in evidente stato di alterazione alcolica. Malgrado ciò, con disinteresse per quanto accaduto, ha dichiarato di aver volontariamente investito i ragazzi per un presunto sgarbo di questi ultimi.
I giovani, prontamente soccorsi dal 118, sono stati trasferiti in ospedale dove si trovano tuttora in osservazione per i traumi riportati: non sarebbero in pericolo di vita.

L’investitore, con piccoli precedenti di polizia,  dai risultati dell’alcoltest è risultato avere un tasso alcomelico nel sangue superiore di tre volte il limite consentito. L’autovettura utilizzata come un’arma, a causa del forte impatto, ha riportato la rottura totale del parabrezza e una vistosa ammaccatura nella parte anteriore: gli agenti l’hanno posta sotto sequestro.

Il 30enne è stato denunciato per il reato di tentato omicidio aggravato e guida in stato di ebbrezza, del quale risponderà innanzi all’autorità giudiziaria.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.