Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Imperia, con Ester D’Agostino il verde pubblico al centro del programma di “Scajola Sindaco”

Architetto paesaggista, nella lista di "Obiettivo Imperia" a sostegno di Claudio Scajola, propone le linee guida a favore del verde pubblico.

Imperia. Ester D’Agostino, architetto paesaggista, nella lista di “Obiettivo Imperia” a sostegno di Claudio Scajola, propone le linee guida a favore del verde pubblico.

Uno dei temi che ci sta più a cuore, riguardo il futuro di Imperia, è quello del verde urbano – scrive in una nota D’Agostino -. Infatti, una buona gestione del verde cittadino ha, come è risaputo, tantissimi benefici per una comunità, soprattutto in termini di miglioramento della qualità della vita di ognuno di noi, dai bambini agli anziani. Claudio Scajola ha il verde pubblico e il decoro urbano, insieme con la più attenta manutenzione dell’arredo urbano, tra le priorità del suo programma“.

“Il potere di ottimizzare il microclima, grazie al verde, ha come conseguenza diretta e scientifica la crescita del benessere psico-fisico delle persone – aggiunge -. E’ anche per questo che ritengo doveroso partire dall’analisi di tutte le tipologie di verde che abbiamo a disposizione, dal parco urbano alle aree verdi minori, passando dalle aree verdi storiche a quelle di più recente realizzazione, a quelle delle Frazioni. Queste ultime, infatti, sono spesso sprovviste di veri e propri spazio verde a disposizione del cittadino”.

“Credo sia importante sensibilizzare le persone all’idea di città più, sostenibile e piu’ green, magari ragionando su progetti come gli ‘Orti urbani’ che hanno avuto grande successo in città anche più grandi della nostra e con climi certamente meno favorevoli del nostro. Tra le priorità di Claudio Scajola, come è noto, c’è la manutenzione delle aree già esistenti”, sottolinea D’Agostino che prosegue:

“Teniamo presente che ad Imperia – evidenzia – abbiamo un bellissimo e “nuovo” polmone verde, il Parco Urbano, dedicato al nostro patrono San Leonardo, che, incompleto e sporco, necessita di lavori, soprattutto nelle aree gioco. Queste ultime vanno pulite a dovere e messe tutte in sicurezza, con una particolare attenzione dei giochi inclusivi per i disabili“.

“Un ultimo accenno – dice ancora l’architetto paesaggista – va fatto ai Giardini Città di Rosario, a Porto Maurizio, nella zona di Borgo Prino: un giardino storico, scarsamente frequentato, sebbene di facile accesso direttamente dalla via Aurelia e a pochi passi dal mare. Dovrà diventare un vero e proprio riferimento all’ingresso ovest della città di Imperia“.

“Questi sono solo alcuni esempi delle aree verdi più conosciute, alle quali va sicuramente aggiunto l’impegno per il mantenimento delle aree verdi d’arredo e di quelle stradali, a cui bisogna dar eguale importanza, per il carattere estetico che possiedono e quindi per la loro funzione di biglietto da visita della nostra amata città. Con Claudio Scajola e con la sua idea di città pulita e manutenuta, per far vivere bene gli imperiesi e per attrarre turisti, sono convinta che quanto detto potrà essere realizzato perché una città viva è anche questo: cultura del verde per giovare dei benefici che la natura ci regala salvaguardando il patrimonio naturale della nostra comunità”, conclude D’Agostino.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.