Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Dolceaqua, al Castello dei Doria l’esposizione artistica “Geisha”

La coppia Bucciarelli-Miglio ha voluto rendere omaggio all’arte di Hokusai, Hiroshige, Utamaro, riprendendo alcuni titoli di opere ispirate al tema della Geisha

Più informazioni su

Dolceacqua.  Figurine leggere che si muovono sullo sfondo di paesaggi evanescenti, o sorprese in rari attimi di intimità. Leggiadre, curiose, misteriose. Sono le protagoniste della mostra Geisha che si terrà presso la sala Sud del Castello di Dolceacqua, dal 2 al 11 luglio 2018
La coppia artistica Bucciarelli Miglio ha voluto rendere omaggio all’arte di Hokusai, Hiroshige, Utamaro, riprendendo alcuni titoli delle opere di quei grandi artisti ispirate al tema della Geisha ma reinterpretandole con libertà, in una dimensione più evocativa e trasognata. Sono opere di piccola e media dimensione, realizzate con tecnica mista: tela, carta, stucco, su legno laccato. In contrasto con i volti delle protagoniste, spesso appena accennati, i sontuosi kimono sono dipinti con meticolosa dovizia di particolari. Non vi è reale prospettiva, intesa in senso classico, ma semplice gioco di sovrapposizioni e di contrasto tra i diversi materiali utilizzati.

La locandina: geisha al castello doria
Fiorenza Bucciarelli e Dino Miglio
Si incontrano alla Scuola Libera del Nudo all’Accademia di Belle Arti di Brera a Milano dove inizia la loro collaborazione artistica. I due artisti hanno esposto insieme a Milano, Alessandria, Roma, Genova, Capri, Rovereto, L’Havana, La Rèunion, in Lituania. Hanno inoltre dato vita a performances con dipinti, musica e poesia tra cui “Riflessi d’Oriente” al Museo Etnografico di Alessandria, HAIKU” presso la Galleria di Arte Moderna di Genova Nervi, “ICONS” all’American Center di Mosca, “PPPianissimo” al Museo Luzzati di Genova. Su invito della Moscow State University hanno ideato “Time, freed in verses, music and steps”, performance multimediale svoltasi nel 2010 presso lo storico teatro d’avanguardia Proekt Fabrica di Mosca e successivamente presso gli Chelsea Studios di New York City ed il museo di arte contemporanea Erarta di San Pietroburgo. Hanno realizzato scenografie video per balletti, in collaborazione con le scuole di danza di Peter Larsen e Meg Brooker. Hanno al loro attivo numerosi libri d’illustrazione.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.