Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cristina Gavi e Barbara Nani (Obiettivo Imperia): “Scajola, uomo concreto e preparato, farà la differenza anche sui temi ambientali”

"Noi crediamo che Claudio Scajola riesca a far riemergere alla città la speranza del futuro che da sempre merita e che per troppo tempo gli è stato negato"

Imperia. Scrivono Cristina Gavi e Barbara Nani.

 

“Cosa significa una città più vivibile, più accogliente per cittadini e turisti? Ecco cosa si domandano Cristina Gavi e Barbara Nani di Obiettivo Imperia, a sostegno di Claudio Scajola, provenienti da formazioni diverse (la prima laureata in legge e la seconda in scienza naturali) ma entrambe da sempre operanti nel settore turistico ed entrambe guide naturalistiche. 

Per noi l’ambiente naturale è fondamentale: è la fusione tra gli aspetti naturalistici e gli aspetti più strettamente urbani. La nostra città, che come Capoluogo di Provincia deve iniziare a ragionare in termini più ampi e ambiziosi, è stata dotata di una struttura naturale di eccezionale valore e non è solo un luogo comune. 
Al di là della particolare bellezza paesaggistica, Imperia vanta la presenza di specie animali e vegetali di indubbio valore non solo naturalistico ma anche a livello di fruizione turistica. 

Poche miglia al largo delle nostre coste abbiamo numerose specie di cetacei visibili durante tutto l’anno, grazie al clima favorevole della nostra zona e alle eccezionali condizioni oceanografiche del mare di ponente che permettono la presenza di abbondante cibo per questi animali. 
È in corso uno studio (la.Dott.ssa Nani ne è la promotrice insieme a giovani biologi che dopo molte esperienze all’estero sono tornati ad Imperia per i studiare i “nostri”cetacei) sui tursiopi che vivono a ridosso delle nostre coste, regalando piacevoli sorprese ai diportisti del Ponente ligure. 

Il Comune ha aderito alla carta Pelagos del ministero dell’Ambiente, volta a promuovere e tutelare il Santuario dei cetacei Pelagos ma fino ad ora poco o nulla è stato fatto a sostegno e promozione di questa preziosa area che porta nel nostro territorio (dato che proprio ad Imperia nel 1996 Barbara Nani è stata cofondatrice del primo whlewatching Italiano) moltissime persone interessate a vivere l’esperienza di un incontro ravvicinato con i cetacei nel loro ambiente naturale. 

Abbiamo bisogno di un Sindaco che sia cosciente del valore del nostro territorio e che voglia valorizzarlo al meglio. Il nostro mare è ricco di Posidonia, una vera e propria pianta che garantisce il ricambio dell’ossigeno e la ricchezza di vita sottomarina. Passando dal mare alla terra, abbiamo oliveti, limoneti, frutta e verdura di grande varietà e qualità. 
Tutto ciò significa anche cultura del cibo, dal pesce ai vegetali. Ma per sfruttare questo patrimonio occorre prima di tutto conoscerlo e rispettarlo. Seguendo il programma di Claudio Scajola, si lavorerà per incrementare un turismo di livello che sappia apprezzare il territorio e il suo patrimonio naturale, stabilendo regole irrinunciabili 

Le regole non sono fondamentali solo per il vivere civile, ma anche per la tutela del patrimonio naturale. Imporne il rispetto non deve essere visto come un limite, ma come una migliore possibilità di fruizione. Il nostro candidato sindaco Claudio Scajola ha dimostrato grande interesse per la salvaguardia del territorio anche in un’ottica di ripresa dell’offerta turistica. 

La natura e l’uomo possono essere strettamente collegati in un’ottica di reciproco rispetto. 
E allora apriamo la città ad un concetto di pet friendly. Ognuno deve esser il benvenuto, ma deve godere del nostro territorio prima di tutto rispettandolo. Chi viene in vacanza con il proprio animale deve trovare accoglienza. Siamo certe che Claudio Scajola Sindaco si impegnerà a questo scopo, dotando la città di vere spiagge per cani e non solo di cartelli posti in aree disastrate e abbandonate a sé stesse. Ma nello stesso tempo ci sarà un maggior impegno nel controlli: il concetto di Imperia come una città allo sbando non sarà più tollerato.

E’ giusto rispettare le aree di sosta delle auto, il corretto conferimento dei rifiuti, la raccolta delle deiezioni canine, come pure le regole presenti nelle aree protette e nei siti di interesse comunitario a tutela delle specie animali e vegetali, ed è necessario che oltre alle regole ci siano i controlli affinché il territorio possa essere goduto nella sua totalità e preservato per il futuro. 

Una attenzione particolare verrà data anche al recupero della nostra realtà montana, un baluardo alpino di altissimo pregio abbandonato al suo destino dai rimpalli della politica locale e regionale. 

I comuni costieri, primo fra tutti il Comune di Imperia, si prenderà cura di spingere in ogni modo affinché Monesi ed i paesi collegati escano dal vortice di isolamento che gli ormai non più recenti eventi franosi hanno causato. 

Noi crediamo che Claudio Scajola sindaco, uomo concreto e molto preparato, possa fare questo e molto altro, per ridare al nostro territorio la speranza del futuro che da sempre merita e che per troppo tempo gli è stato negato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.