Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Andrea Terrone di ‘Imperia Insieme’ sulla situazione del cimitero: “Quadro piuttosto desolante”

"Il crescente estendersi del carattere internazionale e multietnico della città richiede un’urgente sistemazione delle attività funerarie"

Imperia. Scrive Andrea Terrone della lista Imperia Insieme: “Uno degli aspetti che meglio esprime il livello di civiltà, di dignità e di decoro di una città, oltre a coltivarne il culto della memoria, è la cura che la sua Amministrazione dedica alla situazione delle aree cimiteriali. Si tratta, a dire il vero, di un settore non meno rilevante delle altre competenze comunali e non necessariamente separato dal resto della tutela del bene comune, la cui pratica coinvolge quel sottile, invisibile ed imperituro legame con i cittadini defunti.

Imperia, al riguardo, presenta purtroppo un quadro piuttosto desolante, con punte di sensibile degrado e di conseguente relativo disagio percepibili apertamente. Circostanze, queste ultime, che segnano un ulteriore momento di declino di una città che da tempo si è andata smarrendo in una crisi profonda che non trascura oramai nessuna delle sue anime.

Per affrontare più direttamente la questione dello stato dei cimiteri di Imperia e frazioni, va ricordato che nel corso degli ultimi dieci anni si è notevolmente ridotto l’organico del personale necroforo comunale, passando dalle 6 unità, precedentemente in dotazione rispettivamente al cimitero di Oneglia e di Porto Maurizio (ma impiegate ad un tempo nelle restanti aree cimiteriali periferiche), alle attuali insufficienti 2 unità, peraltro oggi sottratte alla competenza di operai cimiteriali e trasferite al ruolo di giardinieri e di addetti alle pulizie.

Il che ha lasciato scoperto un’importante pubblico servizio, nonostante che recentemente quest’ultimo sia stato affidato al personale di una cooperativa extra imperiese che tuttavia, utilizza allo scopo scarso personale.

Queste ultime unità si limitano allo scavo delle fosse di inumazione e a procedere alla tumulazione dei cofani nei loculi. Non viene quindi assolto il compito di provvedere alla manutenzione di quelle tombe a cui non si può più dedicare l’attenzione privata, salvo quelle che richiedono l’intervento delle competenti autorità preposte alla conservazione per l’elevato valore storico-architettonico.

Si verifica così l’incresciosa situazione che vede il personale delle imprese funebri ( i 4 elementi che di solito valicano l’ingresso dei cimiteri per trasportarvi il feretro) supportare, nelle diverse occasioni, le 2 unità della cooperativa. Tale opera ad adjuvandum comporta, però, degli inconvenienti non certo marginali, dal momento che l’impiego del personale delle agenzie funerarie non dovrebbe essere previsto all’interno dell’area cimiteriale, pena rischi assicurativi e di incolumità fisica. Ecco perché si rende necessario che il Comune utilizzi almeno 4 effettivi per il servizio cimiteriale e non solo per sostituire a pieno il residuale organico di operai comunali, ma anche per utilizzarli in tutti i cimiteri della città di Imperia, capoluogo e frazioni.

Strutture che presentano un’immagine non certo all’altezza della storia di un centro di antiche tradizioni nella pietà verso i defunti com’è Imperia. Il crescente estendersi inoltre del carattere internazionale e multietnico di Imperia, in ossequio ad un processo di globalizzazione che interessa anche il Ponente ligure, richiede, per concludere, un’urgente sistemazione delle attività funerarie del Comune di Imperia e renderle sempre più all’altezza dei moderni modelli di gestione in tema di Polizia Mortuaria”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.