Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanremo, un alunno del liceo Cassini alla finale delle olimpiadi di matematica

Quest'anno a qualifircarsi per le nazionali a Cesenatico è stato Rafael Gervasone che dichiara: "E' un'esperienza entusiasmante"

Sanremo. Le olimpiadi di matematica sono oggi una delle competizioni studentesche italiane più popolari e conosciute, essendo giunte alla loro 34° edizione. Anche quest’anno il liceo G.D. Cassini di Sanremo conferma la presenza di un proprio alunno alla finale nazionale della competizione, tenutasi come ogni anno a Cesenatico nella prima settimana di maggio.

Dopo il successo dell’anno scorso da parte di Francesco Zumbo, qualificatosi per la terza volta alla finale nazionale e vincitore di una medaglia di bronzo, anche quest’anno è stato uno studente del Cassini di Sanremo a concorrere come unico rappresentante della provincia di Imperia alla finale nazionale di Cesenatico, in un evento di 3 giorni che coinvolge anche le apprezzatissime finali nazionali della gara a squadre, oltre a varie conferenze aperte a studenti e docenti.

La finale nazionale è la terza e ultima fase della competizione e vi si accede superando la prima fase, nota come “Giochi di Archimede”, e successivamente la seconda fase, consistente in quella conosciuta come “Gara di Febbraio”.
A qualificarsi per le nazionali è stato quest’anno Rafael Gervasone:.

“Avevo partecipato già l’anno scorso sotto consiglio del professor Gurnari, avendo trovato l’iniziativa molto interessante e l’esperienza decisamente positiva ho deciso di iscrivermi di mia spontanea volontà anche quest’anno”, spiega Rafael.

“E’ un’esperienza entusiasmante, in particolare la gara a squadre! Poi in ogni caso a Cesenatico si ha la possibilità di conoscere altri studenti dalle personalità sempre molto particolari. La prima mattinata si è svolta la gara singola su sei problemi dimostrativi. Poi dal primo pomeriggio e nel giorno seguente ci sono state finali e semifinali delle gare a squadre. La domenica invece abbiamo assistito alla premiazione”.

“Penso che come molte altre materie la matematica non abbia bisogno necessariamente di un particolare valore. Sicuramente le valenze pratiche sono molteplici, tuttavia personalmente la trovo interessante a prescindere dai suoi possibili utilizzi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.