Arrivederci

Sanremo, i parcheggiatori di piazza Eroi rimangono a casa: “Grazie di tutto… a tutti”

Il Comune non rinnova l'appalto per la gestione dei parcheggi, licenziati in quattro

Sanremo. “Grazie di tutto… a tutti…”, con questo messaggio, lievemente malinconico, si conclude la storia e il rapporto di lavoro dei parcheggiatori di piazza Eroi. Mauro, Giorgio, Matteo, Dorian. Nelle scorse settimane infatti, l’amministrazione comunale ha deciso di non rinnovare l’appalto alla matuziana Ggm Srl che li aveva gestiti negli ultimi due anni.

Cambio di strategie dovuto alla graduale introduzione di sistemi di pagamento della sosta, elettronici e tramite smartphone, oltre alle mani più libere che il Comune si vuole tenere per gli interventi in quella zona che ha conosciuto, di recente, una rivisitazione della viabilità.

Ma oltre ai numeri, a colpire è la vicenda delle persone. I quattro dipendenti hanno subito la stessa sorte degli operatori delle cooperative che si occupavano degli ecopunti. Efficienza contro posti di lavoro. Palazzo Bellevue risparmia e ottimizza i costi (in entrambi i casi) ma a rimetterci sono quei rapporti in via d’estinzione. Dall’anziana che si affida a degli esseri umani per non perdersi in App (mai viste) o complicazioni da “gratta e sosta”, a chi si fermava 5 minuti per una commissione, senza rischiare di incorrere nello street-control.

“Ringraziamo e salutiamo i nostri clienti conosciuti in questi quattro anni di servizio”, sono le loro ultime parole. Le contraddizioni del moderno mercato del lavoro non risparmiano la città dei fiori.

commenta