Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanremo, Carmine Abate riceve la Targa “Libri da gustare” per la sezione “Il cibo in Letteratura” fotogallery

Premiati Mariella Carossino, Luca Iaccarino, Mendo Fabio Mendolicchio, Clara e Gigi Padovani, Danilo Paparelli, Patrizio Roversi e Martino Ragusa, Sale &Pepe

Sanremo. Carmine Abate, già premio Campiello per il libro “La collina del vento” ha ricevuto la Targa “Libri da gustare” per la sezione “Il cibo in Letteratura”, consegnata dal consigliere Olmo Romeo, presidente di Federgioco e da Claudio Porchia, presidente de “I ristoranti della tavolozza”.

Ha presentato il libro:” Il banchetto di nozze ed altri sapori”. (Mondadori) davanti ad un pubblico partecipe ed attento. Al termine della presentazione, come tradizione, è stata proposta una degustazione con l’Asti Secco della Cantina Acquesi e con Confartigianato.

La Confartigianato ha partecipato con i prodotti delle proprie imprese ad accompagnare gli incontri “Libri da Gustare”. Al termine dell’incontro letterario il pubblico ha potuto degustare alcune specialità artigianali dolci. In particolare sono stati proposti: il Pan del Pescatore, i Baci di Sanremo e la Figazza Stroscia realizzati dal Maestro Artigiano Andrea Setti dell’omonima pasticceria, presidente provinciale dei pasticceri di Imperia per Confartigianato. Sono stati degustati due prodotti De.Co. di Ventimiglia: le Castagnole e la Turta de Lurè preparate dal Laboratorio Antichi Sapori di Maria Esposito del centro storico della città di confine.

L’incontro è stato condotto da Marzia Taruffi, responsabile Ufficio Stampa del Casinò di Sanremo e Claudio Porchia, presidente Associazione Ristoranti della Tavolozza.

Ecco la scheda del libro premiato:

Il banchetto di nozze e altri sapori
di Carmine Abate Editore: Mondadori
Carmine Abate racconta il legame con la terra – la fatica che comporta, ma pure le dolcezze, l’incanto – e lo fa con un libro straordinario, che si divora d’un fiato ed è capace di realizzare una prodigiosa armonia tra i sensi. Il cibo è identità e qui diventa motore del racconto: un’appassionata storia di formazione attraverso i sapori e le fragranze che rinsaldano il legame con le origini, accompagnano il distacco dalla propria terra, annunciano il brivido dell’ignoto.

Carmine Abate è nato a Carfizzi (KR) il 24 ottobre 1954. Ha studiato in Italia e si è laureato presso l’Università di Bari. Successivamente ha vissuto in Germania e, da oltre dieci anni, vive nel Trentino, dove esercita la professione di insegnante. Il suo primo libro di poesie risale al 1977: Nel labirinto della vita, (Juvenilia, Roma).

Come narratore esordisce in Germania con la raccolta di racconti Den Koffer und weg!, (Neuer Malik, Kiel 1984). Lo stesso anno pubblica Die Germanesi, una ricerca empirica socio-antropologica sull’emigrazione svolta con Meike Behrmann (Campus, Frankfurt-New York 1984; ed it., I Germanesi, Pellegrini, Cosenza 1986, ristampata in nuova ed. da Ilisso Rubbettino nel 2006). Dirige la collana “Biblioteca Emigrazione” (Pellegrini Ed.) per la quale ha curato In questa terra altrove (1987), un’antologia di testi letterari di emigrati italiani. Successivamente ha pubblicato una raccolta di racconti Il muro dei muri da giugno 2006 in nuova edizione (Oscar Mondadori, pp. 210, euro 8.40) e nel 1991 è uscito il suo primo romanzo Il ballo tondo, attualmente alla terza edizione (Piccola biblioteca Oscar Mondadori, 2005), pubblicato in prima edizione da Marietti (Genova) e in seconda edizione da Fazi (Roma, 2000).

Nel 1996 pubblica un libro di poesie Terre di andata (Argo). Nel 1999 esce il romanzo La moto di Scanderbeg (Fazi, Roma 1999; ed. tascabile 2001, Oscar 2008). Nel 2002 esce il romanzo Tra due mari (Mondadori, 2002, Oscar 2005) vincitore di numerosi prestigiosi premi. Nel 2004 esce il romanzo La festa del ritorno (Mondadori, 2004, nuova edizione riveduta 2014) vincitore del “Premio Selezione Campiello”. Nel 2006 pubblica il romanzo Il mosaico del tempo grande (Mondadori, 2006, Oscar 2007). Nel 2008 scrive il romanzo Gli anni veloci (Mondadori, 2008).

Nel 2010 scrive il libro di racconti Vivere per addizione e altri viaggi (Piccola Biblioteca Oscar Mondadori) e la raccolta di poesie e proesie Terre di andata (Il Maestrale). Il suo capolavoro, che vince il premio Campiello 2012, è il romanzo La collina del vento (Mondadori, 2012). Nell’ottobre 2012 esce, Le stagioni di Hora (Mondadori) che comprende tre romanzi – “Il ballo tondo”, “La moto di Scanderbeg” e “Il mosaico del tempo grande”. Nel 2013 pubblica Il bacio del Pane (Mondadori, 2013). Nel 2015 sforna La felicità dell’attesa (Mondadori). La sua ultima opera è Il banchetto di nozze e altri sapori (Mondadori 2016).

Calendario Libri da Gustare 2018
Sala Biribissi Casinò di Sanremo

Venerdì 18 maggio alle 17
Mangiare con gli occhi. Iconografie del cibo nell’arte di
Mariella Carrossino (SAGEP)
Qualcuno sta uccidendo i più grandi cuochi di Torino
di Luca Iaccarino (EDT)

Elenco Libri da Gustare anno 2018

Sezione I Cultura del cibo
Saggi, ricettari, guide che raccontano ed approfondiscono, anche utilizzando il solo linguaggio visivo, la storia e la cultura del cibo

Gustologia. Viaggio nell’Italia del cibo dalla terra alla tavola
Patrizio Roversi e Martino Ragusa Editore: RAI-ERI
Un tour gastronomico alla scoperta dei segreti delle nostre eccellenze, tra territorio, prodotti e ricette. Un viaggio tra i fornelli d’Italia di un Artusi a due teste: un grande appassionato di territorio e tradizioni e un noto gastronomo. Come lo storico manuale del grande Pellegrino Artusi, questo libro cerca di offrire uno sguardo nuovo sulla ricchezza della cucina regionale, illustrando non solo le ricette e i menu tipici, ma raccontando, per ognuno, le caratteristiche che li legano al suolo, all’aria, all’acqua, alla storia della zona.

“Italia dei sapori. Da nord a sud, il meglio della nostra cucina secondo Sale&Pepe”
Editore: Mondadori Electa Collana
IL viaggio attraverso una selezione delle ricette più significative pubblicate da “Sale&Pepe” nell’arco di 30 anni è un invito per il lettore ad assaporare la straordinaria varietà della cucina italiana. Un’antica sapienza culinaria che, nelle sue diverse declinazioni, si snoda da Nord a Sud, dall’arco alpino alla pianura padana, dall’Appennino alla fascia costiera adriatica e tirrenica fino al Sud e alle isole: i 150 piatti proposti rispecchiano l’immenso patrimonio di prodotti e di ingredienti e la generosità del nostro territorio.

“L’ ingrediente della felicità”
di Clara e Gigi Padovani Editore: Centauria
Non basta amare il cioccolato: bisogna conoscerlo. In questa guida colta e curiosa si percorre la storia e la filosofia del Cibo degli Dei, tra aneddoti, personaggi, curiosità, regole di degustazione e citazioni letterarie. In un fondente di qualità contano i crus di origine delle fave di cacao: è più buono quello del Venezuela o della Costa d’Avorio? Come si deve degustare e con quali abbinamenti enoici? Una piccola bibbia per i molti amanti di Theobroma cacao, ma anche per chi ancora deve scoprire di esserlo

“Cucinando per le stelle Ricette, astri e celebrità”
di Chef Mendo Fabio Mendolicchio Navarra Editore
L’eclettico Fabio Mendolicchio, editore, musicista e chef, ci invita a cena in compagnia di grandi uomini di ieri e di oggi con 36 “ricette stellari per grandi Stelle”. L’autore Fabio Mendolicchio presenta con ironia e originalità una serie di ricette pensate per 36 grandi Stelle di ieri e di oggi, come Alberto Sordi, Frank Sinatra, Italo Calvino, Pablo Picasso, Giovanna d’Arco. In un dialogo a tu per tu, piacevole e spesso ironico, il cuoco si immagina ai fornelli di attori, scrittori, artisti, di cui asseconda abitudini alimentari e gusti influenzati dal proprio segno zodiacale.

Sezione II  Il cibo in Letteratura
Narrativa nella quale il cibo è il tema attorno a cui si sviluppa il racconto oppure dove il cibo riveste un ruolo particolare nel tessuto narrativo

Mangiare con gli occhi. Iconografie del cibo nell’arte
di Mariella Carrossino Editore: SAGEP
“Mangiare con gli occhi” indaga i rapporti tra il cibo e la sua rappresentazione nell’arte, mettendo a confronto il vasto repertorio delle opere del passato con la contemporaneità. I pittori hanno spesso proposto la sensorialità del cibo come seduzione: “gustare” l’opera d’arte, “assaporarne” i dettagli, diventa un gioco e un modo inconsueto di accostarsi alla sua comprensione. Gli alimenti, i rituali della tavola, l’arte del mangiare e della  condivisione del cibo svelano infatti tradizioni, stili di vita, relazioni affettive e sociali.

Il banchetto di nozze e altri sapori
di Carmine Abate Editore: Mondadori
Carmine Abate racconta il legame con la terra – la fatica che comporta, ma pure le dolcezze, l’incanto – e lo fa con un libro straordinario, che si divora d’un fiato ed è capace di realizzare una prodigiosa armonia tra i sensi. Il cibo è identità e qui diventa motore del racconto: un’appassionata storia di formazione attraverso i sapori e le fragranze che rinsaldano il legame con le origini, accompagnano il distacco dalla propria terra, annunciano il brivido dell’ignoto.

Qualcuno sta uccidendo i più grandi cuochi di Torino
di Luca Iaccarino  Editore: EDT
Un divertente giallo gastronomico che ricorda la famosa commedia del 1978 di Ted Kotcheff. Luca Iaccarino parla di cucina e di Torino in modo diverso e fantasioso. Il giornalista, critico enogastronomico e collaboratore di Repubblica sceglie di uscire dalle solite banalità. Cucinare in fondo vuol dire raccontare una storia e l’autore, conoscitore delle cucine dei ristoranti torinesi e soprattutto di quella popolare e lui stesso cuoco provetto, porta il lettore a scoprire la ricchezza aneddotica di Torino e del Piemonte.

Più fumetto che arrosto. Biografie e ritratti dei più famosi chef stellati
Danilo Paparelli  Editore: Nerosubianco
Trucchi, consigli e segreti di chi, in cucina, ha scelto di passarci la vita con lo stile inconfondibile dell’autore che, dopo 30 anni di vignette legate al mondo della politica, ha deciso di omaggiare il mondo della cucina con un’opera insolita, originale e senza dubbio divertente e didattica. Un vero e proprio bignami del mondo degli chef con le biografie e caricature dei più famosi: da Ferran Adrià a Massimo Bottura, da Carlo Cracco ad Antonino Cannavacciuolo e da Gabrielle Hamilton a Marco Pierre White

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.