Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanremo, avanzo d’amministrazione a quota 8 milioni: partono investimenti su depuratore e fognature

Il Comune vuole mettere al riparo la stagione balneare impegnando una buona parte dei 3 milioni e 700 mila euro a disposizione

Sanremo. Si accorciano i tempi per l’approvazione del bilancio consuntivo 2017. Il rendiconto economico che descrive tutte le cifre definitive su quello che il Comune ha speso l’anno scorso e quanto ha risparmiato rispetto alle previsioni, doveva essere approvato entro il 30 aprile 2017 ma, complici i ritardi sul bilancio di previsione, la pratica approderà in commissione consigliare solo la prossima settimana, prima di passare all’attenzione del consiglio comunale.

In totale ci sono 8 milioni 511 mila di avanzo d’amministrazione, ovvero il tesoretto che rimane nelle casse dell’ente al termine di un anno di gestione. Di questi 4 milioni 883 mila fanno parte del capitolo spesa corrente, risorse che gli uffici avevano previsto di spendere ma che invece non sono state utilizzate.

La fetta più interessante riguarda gli investimenti e i 3 milioni e 627 mila euro ancora cantierabili in opere pubbliche. Questa cifra comprende anche gli oltre 2 milioni svincolati dal patto di stabilità grazie all’intervento nel Consiglio delle Autonomie Locali di Regione Liguria e Anci.

L’amministrazione comunale ha già deciso di stanziare circa 700/800 mila euro per lavori di manutenzione al depuratore di Capo Verde e altri 800 sulle fognature, interventi importanti in prospettiva stagione balneare, date le difficoltà croniche in cui versa Rivieracqua.

Per impiegare la parte rimanente invece, è partita la corsa all’approvazione dei progetti e l’assessorato ai lavori pubblici sta facendo le valutazioni del caso su come e dove investire.

Nel rendiconto c’è poi tutta una parte già vincolata: trasferimenti di terzi (convenzione Rai per il Palafestival) 10.057.063,08; vincoli derivanti da trasferimenti di terzi 50.003,63; oneri urbanizzazione barriere architettoniche 147.078,45; per il cimitero di Coldirodi ci sono 334.677,50; la messa in sicurezza della scuola Calvino costa 97.152,62; introiti monettizzazione aree standard destinati 682.173,42; quota alienazioni da destinare allo Stato 305.554,71; quota alienazioni da destinare alla estinzione debito del Comune 42.933,74; vincoli derivanti da mutui accesi 2.310.461,80; Fondi del Sociale, art. 208, lascito Gherzi vincolati 1.450.820,16; Fondo accantonamento perdite società partecipate capitolo 710885 1.173.501,85; 703.970,00 di arretrati da riconoscere al personale; accantonamento TFR dell’Orchestra Sinfonica 698.691,31.

Il risultato complessivo dell’anno 2017 quadra in totale a 42.709.130,34.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.