Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanremo, alla studentessa Elena Lanteri va la borsa di studio in onore del professor Capponi fotogallery

Tutti i premiati di questa quinta edizione dell'evento che coinvolge il Centro Culturale Tabiese ed il Liceo Classico G.D. Cassini

Sanremo. E’ Elena Lanteri, studentessa della 5B del liceo Classico “G.D. Cassini” di Sanremo, ad aver ottenuto la prestigiosa borsa di studio, del valore di 1000 euro, in onore del prof. Filippo Capponi. La consegna è avvenuta al termine di una serata svoltasi, venerdì 25 maggio, al Teatro dell’Opera del Casinò matuziano. Un grande show messo in scena dagli studenti per i loro ‘colleghi’ d’istituto, i genitori ed i tanti altri che hanno scelto di partecipare all’ evento benefico.

Questo è il quinto anno di una manifestazione nata per rendere omaggio alla figura del docente universitario di letteratura latina, uomo di grande cultura ma soprattutto un figlio di Taggia, mancato nel 1999. E’ stato autore di numerosi volumi che si sono affermati a livello italiano ed europeo, soprattutto per quanto riguarda gli studi pliniani. Tra i tanti ex alunni che ancora oggi lo ricordano c’è anche Mariangela Cairo. Da studentessa del prof.Capponi è diventata a sua volta professoressa del Liceo Classico di Sanremo e vicepresidente del Centro Culturale Tabiese.

Da lei è nata l’idea di fare qualcosa per ricordare questo professore che amava infondere la cultura classica tra i giovani, mostrando sempre un sorriso indimenticabile. Un progetto sposato dal Centro Culturale Tabiese e dallo stesso Liceo sanremese e che ha portato alla nascita di questa manifestazione. Sul palco gli studenti cassiniani sono stati i veri mattatori della serata. In sala ad assistere alla serata c’erano anche i parenti del prof. Capponi: il figlio Mino accompagnato dalla moglie Fiorella e dalla figlia Alice, nipote amatissima dal nonno. Non poteva mancare anche l’amministrazione comunale di Taggia, con il sindaco Mario Conio e la presidente del consiglio comunale, con delega alla cultura, Laura Cane. A turno sul palco hanno partecipato alle premiazioni, accompagnati anche dal presidente del Centro Culturale Tabiese,

Tantissimi i momenti di spettacolo che hanno animato l’evento grazie all’impegno di tanti giovani. In mezzo a tutto questo le premiazioni. Eccole:
Premio per i temi – il Centro Culturale Tabiese ha selezionato quattro temi realizzati dagli alunni dei primi 4 anni del Liceo Classico. Al migliore di loro è andata una targa quest’anno dedicata al compianto Giovanni Choukhadarian, cassiniano, giornalista ed anche lui uomo di profonda cultura.

1° premio – Targa in memoria di Giovanni Choukhadarian e buono libro a: Giovanni Artioli (4 A), autore di un originalissimo saggio intitolato “Siamo ancora qua, eh già”
2 premio – pergamena e buono libro a Gaia Rombo (2 A): ha commentato la frase di Gianni Rodari, “Vorrei che tutti leggessero, non per diventare letterati o poeti, ma perché nessuno sia più schiavo”.
3 premio – pergamena e buono libro ediz. Atene a Daniele Mennella (4A): ha commentato in modo molto coinvolgente la celebre affermazione di Umberto Eco: “Chi non legge, a 70 anni avrà vissuto una sola vita, la propria. Chi legge avrà vissuto 5000 anni: c’era quando Caino uccise Abele, quando Renzo sposò Lucia, quando Leopardi ammirava l’infinito…perché la lettura è un’immortalità all’indietro”.
4 premio – pergamena e buono libro Ediz. Atene a Sara Brusco (4B): con il suo saggio “La letteratura è aggiungere vita ai giorni”, dimostrando che “nulla più della letteratura aiuta ad aggiungere vita alla vita, a sollevare l’umanità dalla paura della morte, a donare una parvenza di immortalità”.

Questi gli altri studenti che hanno ricevuto delle pergamene di merito: Federica Marelli (1A); Cecilia Asconio (1A); Federica Faraldi (2A); Lucia Artioli (2A); Syria Raimondo (3A); Dania Balbo (3A); Riccardo Farina (3B); Laura Parodi (4A).
– Premio progetto “Sommersi nei libri, immersi nella cultura” – Una targa premio è andata alla classe 3A. Questi studenti a febbraio di quest’anno, all’interno di un percorso di alternanza scuola-lavoro, hanno partecipato alla catalogazione di una parte di 5000 libri. Si tratta di un lascito al Comune di Taggia per volontà di Angelo Stella, presidente della “Cumpagnia armasca”. Da questa opera di catalogazione un giorno potrà nascere la prima Biblioteca Storica di Taggia.
Premio certamen – Giacomo De Andreis (5A) ha ottenuto questo riconoscimento. La sua è stata la miglior traduzione dal greco di un brano dato agli studenti delle due classi quinte all’inizio del mese di maggio come simulazione della seconda prova dell’esame di maturità.

- Premio Andrea Boschelle - un premio per ricordare questo studente del Cassini mancato ad appena 26 anni. Un ragazzo semplice che ha compiuto il suo percorso liceale ‘in punta di piedi’. Lui viveva di musica ed aveva una compagna speciale: la sua chitarra elettrica. Il riconoscimento è andato ad un gruppo di studenti del liceo che ormai da tre anni si esibiscono in occasione della serata in memoria del prof. Capponi, animandone l’ultima parte con la rivisitazione di brani di De Andrè e inediti scritti dal loro leader, Marko Kurtinovic. Loro sono i “Cassinisti.
- Premio concorso fotografico– Nell’ambito del corso di fotografia del prof. Michele Ciulla e per il progetto ‘Fotografando la realtà’ sono state selezionate due opere. Il miglior scatto a colori è stato quello di Sophia Raineri mentre quello in bianco e nero è stato quello di Lisa Pedante. Entrambe sono state premiate dalla prof.ssa Patrizia Milanese, referente ufficio stampa del Liceo Cassini.

“E’ stata una serata ricca di emozioni, tanto per il numeroso pubblico presente in sala quanto per noi che eravamo sul palco – racconta la professoressa Mariangela Cairo. – E’ stato un grande show per i ragazzi del Liceo. Loro sono i veri protagonisti di questa manifestazione. Su quel palco si sono mostrati nella loro veste migliore, perchè sono molto più profondi e maturi rispetto a come vengono spesso mostrati dai media”. “E’ il tempo dei ringraziamenti. – prosegue – Quindi grazie alla Casinò spa, al suo presidente Massimo Calvi, al consigliere Elvira Lombardi ed al presidente di Federgioco Olmo Romeo, al direttore generale Giancarlo Prestinoni ed alla dott.ssa Marzia Taruffi. Grazie alla sezione di Taggia della Croce Rossa Italiana, per aver prestato servizio di soccorso volontario a presidio della serata. Grazie alle famiglie Brambille Choukhadarian, Boschelle e Capponi. Grazie al Sindaco di Taggia Mario Conio ed alla presidente del consiglio Laura Cane. Un grazie anche ad Angelo Giudici per i numerosi premi messi a disposizione dei ragazzi”.

“La serata è stata un successo ed il mio grazie va anche alle tante persone che hanno deciso di partecipare ed ai molti che si sono prodigati per arricchire il nostro programma. Quindi un ringraziamento anche a: “Ligheia”, l’Orchestra giovanile del Ponente Ligure, alla cantante lirica Jennifer Ciurez, ai ballerini dell’Happiness group e della Dance Academy, ai cantanti Alessandro Cabrera, Giada Ottaviani e Nicla Ozenda ed anche ai Cassinisti. – conclude Mariangela Cairo - Questa quinta edizione della borsa di studio in memoria del prof. Capponi è stata memorabile. Nel tracciare un bilancio positivo non posso che dire arrivederci al prossimo anno”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.