Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Risorse pubbliche a Vallecrosia, la precisazione dell’amministrazione comunale

"E' nostra intenzione specificare illustrando alcuni casi oggetto di mandato e quale servizio abbiano garantito ai suoi cittadini, lo faremo pubblicando periodicamente approfondimenti in merito"

Vallecrosia. L’amministrazione comunale precisa e nel contempo vuole informare i cittadini di come sono state investite le risorse pubbliche ed in che modo queste possano garantire quella equità nei confronti dei cittadini che ritengono la correttezza nei confronti delle istituzioni un valore fondamentale.

“Sono state sollevate polemiche relativamente ad alcune spese effettuate da questa Amministrazione riguardo le consulenze esterne attribuite a professionisti di Vallecrosia, è nostra intenzione quindi specificare, illustrando alcuni casi oggetto di mandato che questi professionisti hanno concluso per il Comune di Vallecrosia e quale servizio abbiano garantito ai suoi cittadini, lo faremo pubblicando periodicamente approfondimenti in merito.

Oggi iniziamo con la vicenda che ha riguardato il “Bar Ottagono“ di proprietà del comune di Vallecrosia e ceduto in locazione, senza bando pubblico, al Sig. Biasi Orlando in data 06 marzo 2007 dall’Amministrazione del Sindaco Croese e con Vicesindaco Biasi Armando. Tale rapporto di locazione veniva a risentire di notevoli ritardi nei pagamenti già nel 2009, nel 2010 a riprova di ciò, il Sig. Biasi richiedeva una rateizzazione del pregresso insoluto in 5 anni, richiesta accolta senza condizioni dall’ Amministrazione in carica (Croese/Biasi). Tuttavia, la morosità persisteva, e nonostante ciò l’Amministrazione, inspiegabilmente, rinnovava il contratto per ulteriori 6 anni.

Nell’anno 2013 con l’insediamento dell’Amministrazione Giordano, a seguito di una verifica delle posizioni creditorie/debitorie del Comune di Vallecrosia, ed in coerenza con l’impegno dell’equità nei confronti del rapporto con i cittadini virtuosi, rilevando la situazione anomala e a seguito di numerosi solleciti di pagamento ignorati, decideva, a fronte del debito di oramai € 17.000,00, di affidare l’incarico per lo sfratto per morosità ed il recupero delle somme dovute. Nel marzo del 2016 a seguito della procedura di sfratto il Sig. Biasi lasciava liberi i locali, verificati dal Comune in stato di grave degrado. A fronte di un investimento di € 7.000,00 sono già stati recuperati € 11.000,00, debito maturato prima del rinnovo del contratto nel 2013, siamo ora in attesa di recuperare le somme mancanti (€ 17.00,00), procedura che speriamo di concludere con il nostro prossimo mandato. Nel prossimo appuntamento parleremo della vicenda relativa al bando di gara per l’affidamento della spiaggia pubblica per ricovero natanti ad Associazioni”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.