Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

L’ideatore del Festival di Sanremo Amilcare Rambaldi fu studente dell’Istituto “Colombo”

Nel dopoguerra partecipò ai lavori di una commissione consultiva per studiare la forma migliore di gestione del Casinò e fu proprio in questo ruolo che ebbe l’idea del Festival di Sanremo. La drammatica fine di Luigi Tenco al Festival del 1967 lo indusse, nel 1971, a proporre al Comune di organizzare una manifestazione riservata esclusivamente ai cantautori: nacque così la rassegna “Tenco”

Sanremo. Dalle ricerche effettuate nell’archivio storico dell’Istituto “Colombo” di Sanremo, i componenti dell’Ufficio Stampa hanno trovato un altro studente eccellente della storica scuola sanremese, dopo lo scrittore Francesco Biamonti e Giovanni Zagrebelsky (padre di due tra i più importanti giuristi italiani) di cui si è parlato tempo fa. Si tratta del “ragioniere” Amilcare Rambaldi.
Traiamo le notizie biografiche sul personaggio dal volume di Andrea Gandolfo: “La nascita del Festival di Sanremo”.

Amilcare Rambaldi, considerato l’ideatore del Festival di Sanremo e futuro fondatore del Club Tenco, è una figura centrale nella storia delle origini della rassegna canora matuziana, sia per aver lanciato per primo l’idea della manifestazione, sia perché fu tra coloro che caldeggiarono l’iniziativa e ne favorirono la concreta realizzazione. Nato a Sanremo il 5 aprile 1911 da Adolfo e Maria Bacci, conseguì il diploma di ragioniere e si dedicò successivamente all’attività di esportatore floricolo nell’azienda familiare. Diventò, fin da studente, un autentico appassionato di musica e canzoni. Partecipò alla Resistenza come partigiano in Valle Argentina. Dopo la Liberazione si iscrisse al Partito Socialista.

Nel dopoguerra partecipò ai lavori di una commissione consultiva per studiare la forma migliore di gestione del Casinò e fu proprio in questo ruolo che ebbe l’idea del Festival di Sanremo.
La drammatica fine di Luigi Tenco al Festival del 1967 lo indusse, nel 1971, a proporre al Comune di organizzare una manifestazione riservata esclusivamente ai cantautori: nacque così la rassegna “Tenco”.

In una testimonianza rilasciata da Rambaldi sul ruolo da lui avuto nella nascita del Festival di Sanremo, il fondatore del Club Tenco ebbe a dichiarare: “Nel 1945, dopo aver fatto la resistenza, il Comitato di Liberazione nazionale cittadino mi chiese di entrare a far parte di una commissione artistica che avrebbe dovuto inventare e gestire le manifestazioni artistiche e culturali al Casinò. Me lo chiesero perché sapevano che avevo il virus della musica. Mi dissero di inventare qualche evento per animare la casa da gioco. Mi misi al lavoro”.

Possiamo quindi affermare che fu proprio al “Colombo” che il giovane Amilcare maturò la sua passione per la musica e la vocazione “canora” della nostra città, conosciuta in tutto il mondo proprio grazie a questo, è senz’altro legata a questo straordinario personaggio e alle sue feconde intuizioni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.